Giuseppe Cossentino, l’Oscar del Web a Newsly.it

Giuseppe Cossentino, l'Oscar del Web a Newsly.it

Dicono che l’arte sia una virtù destinata a pochissime persone, quelle dotate di una forte sensibilità e in grado di entrare nelle più profonde viscere dell’animo umano. Giuseppe Cossentino è un cervello in fuga, uno sperimentatore e mente creativa, un ragazzo che negli anni ha saputo costruire con umiltà, impegno e dedizione una grande realtà, iniziando come scrittore e diventando successivamente sceneggiatore, filmmaker e blogger. Giuseppe Cossentino ha creato un 2.0 del radiodramma coniando il webradiodramma, avvicinando sempre più persone al mondo della prosa radiofonica e vinto numerosi premi tra cui l’Oscar del Web ai Rome Web Awards, un’altra vittoria importante ai World Web Indipendent Awards e suscitato un forte interesse con il radiodramma “Assunta e Gennarino”. Come filmmaker ha dato prova del suo talento con l’opera Napoli nel Cuore dimostrando quale è sempre stata la vera faccia di Napoli, quella fatta di passione, anima e cuore, distaccandosi dagli stereotipi e dalla superficialità di chi non è mai riuscito a capire una città così importante e meravigliosa, da sempre culla dell’arte, dal cinema, alla musica e al teatro.

Noi di Newsly.it abbiamo avuto il piacere di intervistare Giuseppe Cossentino.

Giuseppe parliamo della tua carriera, quando è iniziato esattamente tutto?

La mia carriera è iniziata per caso,  giovanissimo avevo 19 anni quando ho vinto il mio primo premio internazionale  con la “ NAPOLI CULTURAL CLASSIC”  per la narrativa giovane, una menzione d’onore con il racconto inedito “ DOPO IL PERDONO” nel 2006, da lì ho cominciato a lavorare in radio, nasco come autore radiofonico per poi stilare la prima sceneggiatura nel 2009  di “ Passioni Senza fine”,  il radiodramma italiano che unisce tradizione ed innovazione, primo esperimento italiano sul web che mi consacra come pioniere del genere. Dal successo di “ Passioni Senza fine” non mi sono più fermato facendo diventare una mia passione, la scrittura creativa un vero e proprio lavoro sino a diplomarmi alla Scuola Internazionale di Comics di Napoli in sceneggiatura, diventando un professionista della sceneggiatura italiana a tutti gli effetti. Ho scritto parecchio ed affidato miei copioni a diversi registi da qui sono nate le web series “ SCANDALI” e CHARME” e firmo le sceneggiature anche di altri radiodrammi sia per la radio che per il web come Clan e Bello di Mamma, Intrigo e Assunta & Gennarino. La mia popolarità mi fa debuttare addirittura anche alla regia di un cortometraggio di cui firmo ovviamente anche la sceneggiatura sulla città di NAPOLI, dal titolo “ Napoli nel Cuore” dove esalto la città dove sono nato e cresciuto e che mi porto dietro ad  ogni mio progetto. Ed oggi eccomi proprio grazie prima al mio progetto “ Passioni Senza fine” e poi a Napoli nel Cuore,  hanno consacrato la mia professionalità come  “ Oscar italiano del Web” con la vittoria dei Rome Web Awards 2015 e il Word Web Independent AWards 2015, ultimamente le web series “ Assunta & Gennarino” e “ CHARME” hanno vinto come miglior serie italiane, europee e al mondo la prima come genere sketch la seconda come comedy. Insomma, una bella incetta di riconoscimenti e grandi soddisfazioni che mi spronano a fare sempre di più.

Il tuo primo amore? Quale ramo del cinema ti ha sorpreso di più?

I miei primi amori restano sempre radio e web.  Sicuramente il ramo del cinema che mi ha sorpreso di più è il cinema d’autore. A me piace trattare attraverso il cinema, tematiche serie e con “NAPOLI NEL CUORE” è stato un onore per una volta parlare con eleganza di Napoli.

Cossentino Newsly.itI tuoi idoli personali?

Ivan Cotroneo come sceneggiatore italiano. Paolo Sorrentino come regista e Ryan Murphy, il creatore di Nip Tuk e American Horror Story  come sceneggiatore e idolo americano. Un genio creativo che va oltre ed osa e alla lista aggiungerei  Aurora Guerra la creatrice de “ IL SEGRETO” la soap opera di Canale 5, spagnola che sta sbancando l’auditel!

Sei operativo non solo come regista, ma anche come giornalista. Quale ambito ti ha colpito di più?

Il mio primo lavoro è lo sceneggiatore per poi diventare regista ed infine blogger, mi piace usare questo termine,  ti ringrazio ma giornalista è troppo. Anche se alla Scuola Internazionale di Comics ho studiato anche giornalismo. Ma sul web è più comune il termine blogger, si ha più libertà, il web è libero. E’ questo il bello di questo fantastico mezzo senza confini e barriere. La sceneggiatura, la scrittura creativa è l’ambito che prediligo ma come autore mi piace anche recensire e creare interviste infatti ho aperto un webzine dal titolo “ ITALY IN THE WORLD” a mio nome per portare una bellissima immagine dell’ Italia artistica nel mondo, attraverso l’arte e la cultura. Un bell’obiettivo utilizzando la mia popolarità con i new media.

Come ci si sente ad essere un Oscar del Web?

Frastornati.  Ancora non me ne rendo conto. Essere l’Oscar italiano del web è una bella responsabilità, ma che voglio utilizzare al meglio per fare cose buone  ed ancora innovative per lo spettacolo italiano. E’ questa la mia missione.

Come e quando hai capito che il web era la strada giusta?

Dal successo crescente di “Passioni Senza fine” e dalla mia popolarità mediatica. Da lì ho deciso voglio che questo mezzo sia il mio habitat naturale.

Progetti futuri? Raccontaci qualcosa!

Sto in fase di realizzazione di cortometraggi, ancora monologhi dopo il successo della Caffettiera Napoletana,  nuovi radiodrammi e impegnatissimo con il webzine. E nuovi contesti internazionali in arrivo.  Insomma, non ci si ferma mai

Foto di Sabrina Ciferri, Intervista di Antonio Preziosi