Cinema

Golden Globe 2020: Joaquin Phoenix e Brad Pitt protagonisti

Ai Golden Globe 2020 premiati Joaquin Phoenix e Brad Pitt per le loro interpretazioni rispettivamente in ''Joker'' e ''C'era una volta a Hollywood''.

Si è appena conclusa a Beverly Hills in California la Cerimonia di premiazione della 77ª edizione dei Golden Globe.  A condurre l’edizione 2020 dei Golden Globe è stato, per la quinta volta, l’attore e comico Ricky Gervais. I Golden Globe sono riconoscimenti molto importanti assegnati principalmente ai migliori film o programmi televisivi della stagione. La consegna dei premi avviene due mesi in anticipo rispetto agli oscar.

Golden Globe 2020: Joaquin Phoenix migliore attore per Joker

L’attore era il super favorito della stagione, ha battuto Christian Bale con  (Le Mans ’66), Antonio Banderas (Dolor y gloria), Jonathan Pryce (I due Papi) ma soprattutto su Adam Driver (Storia di un matrimonio) e trionfa ai Golden Globe 2020 come migliore attore protagonista nel film drammatico Joker aggiudicandosi anche il Globe per la migliore colonna sonora realizzata dalla compositrice Hildur Guðnadóttir.
L’attore nel ritirare il premio ha ringraziato la Hollywood Foreign Press per la cena vegana offerta prima della cerimonia (Phoenix è un attivista per i diritti degli animali) e ha invitato i partecipanti a non prendere troppi aerei.

Golden Globe 2020: Brad Pitt migliore attore non protagonista

A 24 anni dall’ultima volta Brad Pitt vince a sorpresa il Golden Globe per il film “C’era una volta a Hollywood” dove interpreta uno stuntman, e per la migliore sceneggiatura. Sul palco ha ringraziato Leonardo Di Caprio suo grande amico, “quando ho cominciato questo mestiere i nomi di Al Pacino, di Joe Pesci e di Anthony Hopkins erano degli dei per me, e ci tengo a dire che è un gradissimo onore aver condiviso questa nomination insieme a loro”.

“Sono qui per mostrare tutto il mio rispetto per voi. Dovrei ringraziare il signor Quentin Tarantino, l’uomo, il mito, la leggenda: non ti dimenticherò mai. Volevo ringraziare il mio complice in questa avventura, il mio partner-in-crime LDC ( Leonardo DiCaprio). Prima di The Revenant guardavo anno dopo anno gli attori nominati assieme a lui ritirare premi, alzarsi e ringraziarlo di cuore e so perché. Lui è una star di serie A, un gentiluomo. Non sarei qui senza di te, amico, grazie. Detto questo, vorrei aggiungere che io ti avrei fatto spazio su quella porta”.

Delusione per Netflix

Totalmente ignorato ‘The Irishman’. Nonostante le 34 candidature, la piattaforma streaming porta a casa solo due premi, uno per il cinema e l’altro per la serialità (Olivia Colman, miglior attrice per ‘The Crown’). ‘Storia di un matrimonio’, che guidava le nomination, deve accontentarsi solo del premio alla non protagonista Laura Dern (quinto Golden Globe per lei).

Tra gli attori di commedia o musical, Taron Egerton per ‘Rocketman’ supera il favorito Leonardo Di Caprio. Renée Zellweger conferma le previsioni e ottiene il premio per la miglior attrice drammatica per ‘Judy‘. A sorpresa, il miglior film d’animazione è ‘Missing Link’, che ha avuto la meglio sui favoriti ‘Frozen II’ e ‘Toy Story 4’. Tutto come previsto tra i film stranieri: trionfa il coreano ‘Parasite’. Tom Hanks ha ricevuto il Cecil B. De Mille Award. A Ellen DeGeneres è andato il Carol Burnett Award, il premio alla carriera televisiva.

 

 

 

 

 

 

 

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close