IMU Terreni Agricoli 2015: Calcolo, Scadenza ed Esenzioni

IMU Terreni Agricoli 2015: Calcolo, Scadenza ed Esenzioni

L’IMU sui terreni agricoli toglie il sonno ai contribuenti e ai responsabili degli uffici tributi dei comuni: le esenzioni sono le più cercate ma spesso i contribuenti invadono gli uffici del comune e gli studi dei professionisti per un calcolo che, anche a causa delle continue modifiche normative, è diventato molto complesso. Innanzitutto bisogna considerare la distinzione tra comuni montani, parzialmente montani e non montani. L’esenzione totale dal pagamento dell’IMU agricola, infatti, spetta soltanto ai terreni insistenti in quei comuni definiti montani.

Ma la domanda, che spesso affligge gli italiani, è ancora la stessa: chi deve pagare l’IMU sui terreni agricoli? Chi non deve pagarla? Il decreto legge varato dal Governo aiuta i proprietari dei terreni agricoli distinguendo, in funzione di una singola lettera, i casi e il tenore dell’imposizione. Il riferimento è l’elenco dei comuni italiani in cui si distingue la qualità di montano, parzialmente montano e non montano in funzione dell’altezza media del centro abitato.

I comuni ritenuti montani sono indicati con la lettera T e, quindi, è prevista esenzione per tutti i terreni agricoli; i comuni parzialmente montani sono quelli indicati dalla lettera P e l’esenzione per l’IMU agricola è prevista soltanto per i coltivatori diretti e per gli imprenditori agricoli professionali. Brutte notizie per i proprietari di terreni in comuni qualificati con le lettere NM: in questo caso pagano tutti.

Qual è la scadenza per pagare l’IMU sui terreni agricoli? Per quanto riguarda il 2014 la scadenza era fissata nel 10 febbraio 2015. Per l’IMU 2015, invece, le scadenze sono a giugno e a dicembre.

Come calciolare l’IMU agricola per il 2015?

  • Caso del coltivatore diretto o dell’imprenditore agricolo professionale: Reddito dominicale (aggiornato del 25%) moltiplicato 75 = base imponibile a cui dovrà essere applicata l’aliquota IMU fissata da ciascun comune;
  • Tutti gli altri casi: Reddito dominicale (aggiornato del 25%) moltiplicato 135 = base imponibile alle quale dovrà essere applicata l’aliquota definita da ciascun comune.

In definitiva le regole per il calcolo, se la produzione normativa dovesse definitivamente fermarsi, sono abbastanza semplici e definite. La prima cosa da fare, però, prima di chiedersi se si sia nelle condizioni di dover pagare l’IMU agricola per il 2015, è controllare l’elenco dei comuni con le relative sigle. Intanto occhio all’esito dei numerosi ricorsi proposto contro un elenco che non piace davvero a molti.

L’ELENCO DEI COMUNI

Napoletano di nascita e cilentano d'adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter