Attualità

Inno di Mameli cantato dai balconi – Video

L'inno di Mameli è stato cantato da persone in isolamento in un flashmob. Ecco il video e una spiegazione del testo del nostro inno nazionale.

L’inno di Mameli è l’inno nazionale ufficiale italiano ed è stato cantato dai balconi di tutta Italia in un flashmob organizzato per dare un senso di unità a un popolo messo in difficoltà dal Coronavirus

Nel momento di massima emergenza legata al Coronavirus le persone stanno provando a riscoprire il senso di comunità. In queste ore in diversi flashmob moltissime persone in isolamento hanno deciso di affacciarsi ai balconi delle loro case e insieme ai vicini cantare l’inno di Mameli.

Ecco, nel video realizzato da Fanpage, una raccolta dei flashmob

Inno di Mameli: il testo

Il testo dell’inno di Mameli è ben più lungo di quello che siamo sempre stati abituati a cantare in occasione di eventi sportivi o manifestazioni pubbliche. Ecco il testo completo dell’inno nazionale italiano:

Fratelli d’Italia
L’Italia s’è desta,
Dell’elmo di Scipio
S’è cinta la testa.
Dov’è la Vittoria?
Le porga la chioma,
Ché schiava di Roma
Iddio la creò.
Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
L’Italia chiamò.

Noi siamo da secoli
Calpesti, derisi,
Perché non siam popolo,
Perché siam divisi.
Raccolgaci un’unica
Bandiera, una speme:
Di fonderci insieme
Già l’ora suonò.
Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
L’Italia chiamò.

Uniamoci, amiamoci,
l’Unione, e l’amore
Rivelano ai Popoli
Le vie del Signore;
Giuriamo far libero
Il suolo natìo:
Uniti per Dio
Chi vincer ci può?
Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
L’Italia chiamò.

Dall’Alpi a Sicilia
Dovunque è Legnano,
Ogn’uom di Ferruccio
Ha il core, ha la mano,
I bimbi d’Italia
Si chiaman Balilla,
Il suon d’ogni squilla
I Vespri suonò.
Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
L’Italia chiamò.

Son giunchi che piegano
Le spade vendute:
Già l’Aquila d’Austria
Le penne ha perdute.
Il sangue d’Italia,
Il sangue Polacco,
Bevé, col cosacco,
Ma il cor le bruciò.
Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
L’Italia chiamò.

(Evviva l’Italia
Dal sonno s’è desta
Dell’elmo di Scipio
s’è cinta la testa
Dov’è la vittoria?
Le porga la chioma,
Ché schiava di Roma
Iddio la creò).

Inno di Mameli: il significato

Il significato dell’inno di Mameli è da rintracciare in un richiamo all’unità nella lotta per l’indipendenza e l’unità italiana del Risorgimento. Il nostro inno nazionale è stato composto nell’autunno del 1847 da Goffredo Mameli ma è dovuto passare attraverso le varie peripezie del percorso per l’Unità d’Italia per divenire inno ufficiale di una vera Nazione. Il testo fa ampi riferimenti all’oppressione straniera e la divisione che il nostro Paese viveva in quegli anni. Il richiamo all’unità come punto di forza per l’Italia ci sembra più che mai attuale in un momento del genere.

Resta aggiornato - Segui Newsly.it

Mostra tutto

Emanuele Terracciano

Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close