Si intitola “Between The Lines” il nuovo singolo del gruppo bresciano degli Antonio’s Revenge, singolo che è contenuto nel disco d’esordio “All Under Control“. Per l’occasione abbiamo raggiunto la band che ci hanno parlato di questo nuovo brano di quello che gli aspetta nei prossimi mesi.

Ciao ragazzi e benvenuti su Newsly, come nascono e chi sono gli Antonio’s Revenge? “Gli Antonio’s Revenge nascono da un progetto musicale di Giovanni Boscaini e Alessandro Razzi. Entrambi appassionati di american rock e britpop, decidono di fondere le proprie passioni con la loro creatività musicale, attraverso calde melodie rock e testi in lingua inglese. Il nome è il frutto della simpatica coincidenza tra la tragedia inglese del 1600 di John Marston “The Antonio’s Revenge” e Antonio: il nome del cane, notoriamente “vendicativo”, del loro primo batterista. La formazione attuale vede Nicola Zavanella alle chitarre, Pedro Perini alla batteria, Giovanni Boscaini al basso e Alessandro Razzi alla voce e chitarre.”

All Under Control è il vostro primo album come è nato? “Preceduto dall’ep acustico “Times Square Light” del 2010, “All Under Control” raccoglie tutte le nostre prime produzioni in versione elettrica. Le 12 tracce hanno un filo conduttore e rimandano al titolo stesso e all’immagine in copertina. Oggi il concetto di avere “tutto sotto controllo” sembra diventato di vitale importanza; il bello della vita però è che quando meno te lo aspetti le cose non vanno come le avevi progettate! Proprio così è successo all’operatore che ha dipinto a terra la scritta STPO nell’incrocio fotografato da noi e scelto per la copertina del disco.”

All’interno del disco ci sono differenti suoni compreso un brano dalle sonorità country “One more beer” come è nato? “Abbiamo cercato di divertirci il più possibile portando il nostro stile musicale in direzioni diverse. Non poteva mancare il country! In “One More Beer”, come nelle più tradizionali canzoni folk, si susseguono le vicende di uno sfortunato protagonista tra auto in panne, temporali, belle donne e come si intuisce dal titolo: Birre!!”

Sempre sentendo l’album ci sono brani che parlano di temi diversi tra loro Run Out On You che parla di una storia finita oppure Lies No Longer che parla del guardarsi dentro, sono canzoni autobiografiche? “Tutte le nostre canzoni sono state ispirate da momenti delle nostre vite; sono un po’ tutte autobiografiche. Il nostro obiettivo è di trasmettere all’ascoltatore le stesse emozioni provate da noi mentre venivano scritte così che possa farle proprie e possa viverle in prima persona.”

Avete artisti a cui vi ispirate? “Certamente! Come dicevamo prima amiamo molto il britpop e l’american rock! Possiamo citarvi artisti come Pearl Jam, Kings of Leon, Wallflowers, Foo Fighters e John Mayer. Ma anche Travis, Snow Patrol, The Verve, Cure e perché no …Beatles. Anche gli italianissimi Afterhours hanno un ruolo importante nelle nostre influenze musicali!”

Tornando all’album è uscito il vostro nuovo singolo “Between The Lines” di cui è stato girato anche un video clip come è nato? “L’opportunità di girare il videoclip di “Between the Lines” è nata quasi per caso. Abbiamo avuto la fortuna di poter mandare il pezzo negli USA a Brian Williams, regista che ha collaborato per la realizzazioni di serie americane come “The OC” e “Smallville”, al quale è piaciuto molto. Abbiamo voluto che fosse lui a dare una sua libera interpretazione della canzone, ci ha mandato uno storyboard affascinante che non potevamo non confermare. Dopo qualche settimana di riprese e montaggi siamo stati folgorati quando abbiamo visto l’anteprima! Invitiamo tutti a vederlo sul nostro canale YouTube!!!”

Siete una band giovane, come vedete la scena musicale in Italia? “Crediamo che la maggior parte degli italiani abbiano ancora il “freno a mano tirato” quando si parla di musica nuova, gruppi emergenti e di tutto ciò che non passa 40 volte al giorno nelle grandi radio. C’è poi una preoccupante schiera di artisti che acquisiscono notorietà in breve tempo (grazie ai numerosi e a volte patetici talent) e la perdono in un tempo ancora più breve perché schiacciati da contratti assurdi con le Major! Ci chiediamo spesso, anche già conoscendo la risposta: non sarebbe più interessante su 100 canzoni trasmesse, ascoltare 80/90 artisti anziché sempre la solita ventina?”

I vostri impegni imminenti? Oltre alla promozione ci aspettano numerose date dal vivo. Suonare, suonare e ancora suonare insomma: è quello che ci diverte di più ed è quello per il quale è nata la nostra passione. Non potremmo fare altro. Invitiamo tutti a tenersi informati riguardo alle date e alle novità che ci riguardano seguendoci su facebook: /arevenge. A presto e grazie per la bella chiacchierata!”

Sono nato in provincia di Bergamo nel 1982, ed è qui che continuo a vivere… Musica, Moda e Fotografia sono la mia vera passione. Musica: da sempre ho l’esigenza di ascoltare, avvicinarmi a nuovi suoni e conoscere i nuovi talenti della musica, Moda tutto quello che è lusso, abiti accessori io impazzisco, Fotografia: è la mia vera più grande passione, scattare, immortalare, cogliere l’attimo e renderlo vivo per sempre… questa è l’immagine.