E’ uscito lo scorso marzo “Rivoluzione 9”, il nuovo lavoro discografico degli Skelters anticipato dal singolo “Londra”, la band formata da Giuseppe Russo (voce, chitarra, synth), Domenico Martinis (voce, chitarra solista), Louis Longo (basso), Emanuele Russo (batteria), per l’occasione li abbiamo raggiunti e ci hanno parlato di questo progetto e dei prossimi appuntamenti che li riguardano.

Buongiorno ragazzi e benvenuti su Newsly, come nascono gli Skelters, e da cosa deriva il vostro nome? Nasciamo dalle sale prove polverose nella campagna di Catanzaro dove ci riunivamo a suonare cover di Beatles, Who, Oasis, Green day, Nirvana, 883 etc. Skelters ovviamente deriva da un amore infinito per i Beatles.”

Lo scorso marzo è uscito il vostro album “Rivoluzione 9” come è nato il titolo? Abbiamo un forte bisogno di uscire fuori dal comune, amarci fino alla vita.  Rivoluzione. Il numero nove ha a che fare con il discorso esoterico dei numeri. Ed è il titolo  di una canzone dei Beatles  misteriosa e prorompente.” 

Tornando indietro nel tempo, nel 2009 avete suonato in Inghilterra ed in altri paesi Europei, quanto c’è di quell’esperienza in questo lavoro discografico? Tanto, dentro l’album ci sono tutte le nostre esperienze, sensazioni, sogni, amori.”

Avendo suonato tanto fuori dall’Italia, avete un aneddoto o un ricordo di come è stato suonare per la prima volta all’estero? Magico. Abbiamo vissuto un sogno. Ora vogliamo vivere il sogno in pieno, nella nostra lingua e non. Vivere suonando per il mondo.”

Tornado al disco, si sente molto nei brani il sentimento dell’Amore, cosa è per gli Skelters l’Amore in questo album? “L’amore è il tutto. Energia onnipresente che avvolge ogni cosa. Il lato luminoso della forza. Amen.”

Quando è uscito il disco, avete presentato i brani nel corso di un tour nelle università, suonando in versione acustica, che esperienza è stata? “In acustico devi saper suonare le tue radici. Sei tu lo strumento e la banda. Noi crediamo di saper suonare veramente dal vivo. Tanti pseudo gruppi non hanno neanche idea di come si faccia. Il live acustico è Dio.”

Il vostro ultimo singolo si chiama “Londra” come è nato questo brano? “Pensando ai sogni di ognuno di noi. Quando li facciamo restare solo un sogno ti frustra. Fare tutto ciò che ci è possibile per realizzare il sogno è vivere davvero.”

All’interno di “Rivoluzione 9” ci sono dei brani che guardano ai fatti di cronaca penso ad esempio Kamikaze di cosa parla?Della possibilità di essere veramente esseri di luce che attimo per attimo decidono di non esplodere emozionalmente l’uno contro l’altro bensì di amarsi. Sempre se non ti incazzi prima, ovviamente. Siamo fatti di carne. Purtroppo alcuni non riescono a capire che le religioni hanno rovinato il mondo. Hanno creato divisioni. Siamo tutti figli delle stelle.” 

Avete delle influenze musicali? “Sì. Ogni giorno.” 

L’estate si sta avvicinando ci saranno occasioni per sentirvi live? “In primis. Seratone il 5 agosto al Color Fest in Calabria. Ma anche tante serate live in piazza e locali sulla spiaggia.. vi aspettiamo.”

Quali sono i prossimi progetti futuri? Suonare e fare album.”

Per chi ancora non vi conosce avete dei canali social dove potervi seguire? Certo siamo attivi su tutti i social. Vi lasciamo il link della nostra pagina Facebook, se vi va contattateci.”

Sono nato in provincia di Bergamo nel 1982, ed è qui che continuo a vivere… Musica, Moda e Fotografia sono la mia vera passione. Musica: da sempre ho l’esigenza di ascoltare, avvicinarmi a nuovi suoni e conoscere i nuovi talenti della musica, Moda tutto quello che è lusso, abiti accessori io impazzisco, Fotografia: è la mia vera più grande passione, scattare, immortalare, cogliere l’attimo e renderlo vivo per sempre… questa è l’immagine.