Musica

“Let’s play two” dei Pearl Jam oggi nei cinema

Come avevamo già spiegato qualche tempo fa sulle pagine di questo sito, esce oggi (30 novembre 2017) nei cinema italiani (qui l’elenco dei cinema)Let’s play two”. Il film-documentario sulla performance dei Pearl Jam al Wrigley Field di Chicago verrà, tuttavia, trasmesso solo per un giorno.

 

Girato nell’agosto 2016 nello stadio dei Chicago Cubs, Il film-concerto è, inoltre, disponibile in DVD e Blu-Ray dal 17 novembre.

Tra l’altro, la band statunitense dovrebbe esibirsi in Italia all’Idays di Milano sabato 23 giugno 2018, data ancora da confermare.

“Let’s play two”: i Pearl Jam e lo sport

Da sempre, i Pearl Jam hanno sfatato il luogo comune circa le differenze inconciliabili fra rocker e sportivi, i primi considerati creativi e progressisti, mentre i secondi ottusi e conservatori. Il docu-film di Danny Clinch parte proprio da questa filosofia screditata dalla band di Seattle,dall’idea che lo sport e la musica descrivano ugualmente bene l’animo umano in quanto luoghi di sofferenza, gioia e riscatto collettivo.

Assoluto protagonista è Eddie Vedder, non in quanto frontman della band, ma perché “Let’s play two” non è altri che la cronistoria della sua passione per la squadra dei Cubs, nata da bambino, quando cresceva a Evanston, sobborgo a nord di Chicago. Per il cantante dei Pearl Jam, i concerti tenuti il 20 e 22 agosto 2016 nel campo da gioco dei Cubs rappresentano il ritorno in una sorta di “casa spirituale”.

D’altra parte, per alcuni giorni, il quartiere cresciuto attorno allo stadio si è trasformato in un mondo a parte dove l’immaginario dei Pearl Jam si è unito a quello dei Cubs. Il tutto documentato magistralmente dal fotografo e amico di lunga data Clinch, regista anche del DVD girato in ItaliaImmagine in cornice”.

Il film prende il titolo da una frase, il motto di Ernie Banks, leggendario giocatore dei Cubs morto nel 2015, che amava dire “It’s a great day for a ball game, let’s play two!” che ben rappresenta la fame di musica dei Pearl Jam, la loro voglia di darsi ai 41.000 spettatori del Wrigley Field. “Let’s play two” esalta proprio questo spirito e lo racconta, a suo modo, attraverso una strepitosa favola sportiva che percepisce la squadra come band, i giocatori come musicisti, i tifosi come fan.

Tag

Alfonso Fanizza

Storico-critico musicale, laureato al D.a.m.s. e in possesso di un Master in “Manager della gestione e organizzazione di eventi culturali e artistici”. Grande appassionato di musica, libri e cinema, con una particolare predisposizione al viaggio.
Back to top button
Close
Close