Musica

Linkin Park: concerto commemorativo per Chester Bennington

Chiunque sia stato ad un live dei Linkin Park conosce molto bene l’emotività che lega il pubblico alla band del compianto Chester Bennington. Quindi non stupisce che il gruppo abbia deciso regalare ai fan di tutto il mondo il video integrale del “Linkin Park & Friends. Celebrate Life In Honor of Chester Bennington“.

L’emozionante spettacolo si è svolto all’Hollywood Bowl di Los Angeles, a sostenere e ad accompagnare la band, gli amici di sempre: Jonathan Davis dei Korn, i Blink-182, Daron Malakian dei System Of A Down, gli Avenged Sevenfold, Yellowcard e i Bring Me The Horizon.
Tutto l’incasso del concerto, che ha registrato il sold-out, é stato devoluto al One More Light, un fondo istituito da Music For Relief in memoria del cantante, tragicamente mancato lo scorso 20 luglio.

One more light: l’omaggio tutto italiano

I Linkin Park non hanno mai secretato la speciale predilezione per il pubblico italiano. Ricordandolo a più riprese, tra interviste e live, la band é riuscita a conquistare l’amore incondizionato del pubblico nostrano. La prematura morte di Chester ha generato un senso di unione e una forza nei fan, da portarli a realizzare l’impossibile:

  • Creare un movimento, nato sul web, coinvolgendo centinaia di persone
  • Organizzare un indimenticabile concerto tributo, alternando sul palco una fraccata di band
  • Una location come il Fabrique di Milano e fare in modo che l’ingresso fosse gratuito, ripeto GRATUITO
  • Dare forma a qualcosa di unico, senza esperienza nel settore e senza intascare un centesimo, con il solo appoggio dei fan e delle band

Tutto questo ha un nome ed è One More Light – Il Nostro Ultimo Saluto a Chester. Ed è il miracolo che ha preso vita il 23 settembre, in un Fabrique pieno a “tappo” in quel di Milano. Voglio poter raccontare questa storia, quindi se qualcuno potesse gentilmente segnalarmi il nome degli organizzatori, sarei davvero felice di intervistarli.

Tag

Giuseppe Naso

Classe 1985, alessandrino di provenienza, ragioniere per il rotto della cuffia e bassista con puntualitá da "open bar", amo la carbonara, la cinematografia anni 80/90 e "Welcome to the Sky Valley" è il cd più bello del mondo!

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close