L’odore assordante del bianco al Mercadante di Napoli: Date

“Van Gogh, l’odore assordante del bianco al Mercadante di Napoli”

Alessandro Preziosi

Al teatro Mercadante di Napoli va in scena dal 20 al 25 marzo lo spettacolo teatrale “L’odore assordante del bianco” di Stefano Massini con Alessandro Preziosi nel ruolo del pittore Vincent Van Gogh e con Francesco Biscione, Massimo Nicolini, Roberto Manzi, Alessio Genchi, Vincenzo Zampa. Dopo tante repliche in tutta Italia questa piece di grande successo arriva al Mercadante di Napoli dopo aver debuttato l’anno scorso a Palazzo Reale di Napoli nell’ambito di Napoli teatro festival. Lo spettacolo si concentra sulla infinita impotenza del grande pittore olandese che rinchiuso in manicomio e circondato dal bianco, il non colore per eccellenza, non poteva più dipingere gli amati colori, fulcro essenziale della sua esistenza e sfogo di tutta la sua inquietitudine esistenziale. Un lungo racconto della sua tristezza e della sua permanenza nell’ospedale psichiatrico di Saint Paul de Manson in Provenza dove il pittore fu rinchiuso nel 1889 per colpa dei suoi stati di irrequietezza che portavano scompiglio in paese.

“L’odore assordante del bianco” è un viaggio nei meandri cupi dell’interiorità del grande pittore e si sviluppa attraverso gli incontri e l’epistolario con l’amato fratello Theo e di come egli racconta della sua permanenza in quel posto bianco e il suo desiderio di andare via da lì per ritrovarsi vivo tra i suoi colori. Le pratiche orribili fatte sui malati di mente e il dialogo col paziente non servivano a questa anima libera a cui erano state tarpate le ali per volare. Il manicomio per Van Gogh era una prigione bianca e quindi senza valore. Solo il colore per Vincent Van Gogh aveva senso e per lui rappresentava la vita. Gli furono concessi solo che pochi colori e anche in manicomio riprese così la sua frenetica attività dipingendo capolavori come “notte stellata” e “iris”.

IL Van Gogh di Stefano Massini è un integralista del colore e ne coglie tutta l’estrema espressione compulsiva. Pochi anni dopo l’uscita dal manicomio il pittore si uccise perché ritenne di aver raggiunto la quiete totale attraverso la sua arte, una combustione perfetta tra l’uomo e la vita.

“L’odore assordante del bianco” è uno spettacolo intenso con lampi di estrema cognizione del vero motivo dell’esistenza dell’uomo e dell’arte, spettacolo bellissimo grazie all’interpretazione di un magnifico Alessandro Preziosi.

Pubblicato da Daniela Merola

Sono Daniela Merola, giornalista, blogger, scrittrice e presentatrice eventi culturali, sono ufficio stampa di librincircolo.it e ricominciodailibri.it, sono socia della libreria iocisto. Sono appassionata di spettacolo, teatro e editoria, amo il calcio e il tennis. La comunicazione è la mia forza, mi piace mettermi alla prova con le presentazioni e la recitazione.

raiola

Mino Raiola indagato dal fisco Olandese

Sky Q

Sky Q, dal 20 marzo 2018 arriva l’ultra HD e l’HDR