Attualità

Luci artista a Salerno: Appalti irregolari

Procedure amministrative illegittime e irregolarità nell’assegnazione dell’appalto per i lavori relativi alla manifestazione natalizia ‘Luci d’Artista’ che dal 2006 si svolge a Salerno e che richiama ormai migliaia di visitatori non solo dalla Campania ma da tutt’Italia.

La Procura regionale della Corte dei Conti per la Campania, dopo accertamenti delegati alla Guardia di finanza, ha contestato un danno erariale quantificato in circa 850mila euro a due dirigenti e un funzionario del Comune di Salerno nell’ambito di indagini che riguarda gli appalti di forniture, opere, prestazione e finanziamenti erogati in occasione della decima (anno 2015/2016), undicesima (anno 2016/2017) e dodicesima (anno 2017/2018) edizione dell’evento che ormai ininterrottamente dal 2006 si svolge a Salerno.

Gli appalti in questo triennio hanno portato una spesa complessiva di 8,5 milioni di euro, e per i giudici contabili si è fatto ricorso ad affidamenti diretti anzichè a gare pubbliche come previsto dalla normativa di riferimento; tutto l’iter procedurale ha consentito di affidare i lavori a un ristretto numero di società individuato di volta in volta dai dirigenti comunali in assenza di trasparenti procedure comparative pubbliche.

L’indagine dei finanzieri del Nucleo di Polizia economico-finanziaria di Salerno, guidati dal colonnello Gabriele Di Guglielmo, nasce circa un anno fa dopo aver acquisito gli atti al Comune di Salerno. Ai due dirigenti e al funzionario sono stati notificati dai militari delle Fiamme Gialle atti formali di contestazione degli illeciti nei quali viene quantificato il danno erariale nel 10% del valore complessivo dell’appalto. Si presume, infatti, che qualora vi fosse stata la regolare gara pubblica, l’ente pubblico avrebbe potuto risparmiare, all’incirca, il 10% che, in questo caso, corrisponde a 850mila euro.

Il 6 aprile dello scorso anno, inoltre, il TAR di Salerno aveva accolto il ricorso dell’azienda francese Blachere Illumination annullando, cosi’, l’aggiudicazione del bando del Comune di Salerno alla Iren spa per l’affidamento della manifestazione.

Secondo quanto si legge negli atti della Corte dei Conti,”Le indagini fin qui svolte hanno consentito di accertare che tale iter procedurale ha consentito l’affido di lavori e forniture ad un ristretto novero di società, individuate di volta in volta dai dirigenti comunali, in assenza di trasparenti procedure comparative pubbliche, ledendo così anche i principi di efficienza, imparzialità e parità di trattamento che dovrebbero caratterizzare l’agire amministrativo”.

“Si tratta di una iniziativa della Corte dei Conti verso la quale esprimiamo assoluta fiducia. Siamo del tutto tranquilli e sereni per quanto abbiamo fatto e credo che, una volta che saranno espletate le considerazioni del caso, si potrà avere la soddisfazione di vedere che abbiamo avuto ragione su tutto”. È questo il commento del sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli a margine di una iniziativa che si è tenuta stamane a Palazzo di Città – in merito alle contestazioni della Procura regionale della Corte dei Conti per la Campania su irregolarità nell’assegnazione dell’appalto per i lavori relativi alla manifestazione Luci d’artista.

Tag

Antonio Caporaso

Antonio Caporaso è nato a Salerno, vive a Portici. Laureato in Giurisprudenza, è fotoreporter dal 1990. Insieme con Jacopo Naddeo, dal 2016 ha costituito un laboratorio per le arti fotografiche in Pellezzano (Sa). Ha partecipato a numerose mostre e concorsi fotografici. Scrive libri e collabora con alcune riviste e case editrici nazionali.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close