Mai così vicini, storia vera?

Film del 2013, Mai così vicini è un film di Rob Reiner con Michael Douglas e Diane Keaton e, sebbene la storia ricalchi un po’ momenti di vita vissuta di molti di noi, non è altro che il dipinto di uno spaccato di vita quotidiana di un uomo cinico (agente immobiliare prossimo alla pensione) che dovrà presto scoprire che forse l’amore sopravvive alle brutture di quella vita che Oren Little (Michael Douglas) vuole a tutti i costi rifuggire.

Oren Little cambia notevolmente stile di vita dopo la morte della moglie, Sarah Elizabeth. Viva ogni giorno della sua vita nell’attesa di vendere la casa che fu della coppia e ritirarsi, da eremita, per vivere gli ultimi giorni della sua vita. Oren vive in un complesso residenziali di proprietà, mal sopportato dai vicini/inquilini che vedranno peggiorare i suoi atteggiamenti quando il figlio Luke gli chiede di occuparsi della piccola Sarah.

Nipote adorabile, Sarah stravolge i ritmi di vita di Oren Little ma, sullo sfondo, c’è Leah, la vicina che riuscirà a scalfire la durezza di Michael Douglas proprio con la complicità della nipote. Oren Little inizia infatti ad occuparsi della nipote proprio grazie all’aiuto di Leah, intanto però si mette a caccia della madre della bambina.

Proprio la piccola Sarah è però l’artefice del cambiamento: si perché Oren e Leah si legheranno, diventeranno complici e Oren, per la prima volta, riuscirà ad andare oltre quel cuore burbero e cinico che negli anni ha incrinato i rapporti con i vicini.

Oren scopre però emozioni che, dopo la morte della moglie, non aveva mai provato: si lega alla piccola Sarah, si innamora di Leah e riscopre l’affetto del figlio. Tutte condizioni, queste, che lo spingeranno ad annullare il trasferimento nel Vermont.

Mai così vicini: storia vera a metà

Non sappiamo se la storia del cinico agente immobiliare sia una storia vera e non sappiamo se questa storia sia realmente accaduta. Ciò che sappiamo è che spesso, sempre più spesso, le emozioni e l’amore riescono a scalfire anche le brutture e la vita tutto sommato dura di un uomo cinico e scontroso. Ed è più o meno quello che accade a Oren Little in una commedia leggera e tremendamente reale.

Condividi
Napoletano di nascita e cilentano d'adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter