AttualitàPolitica

Matteo Renzi a Porta a Porta sulla Legge Elettorale, il commento

La sortita di Matteo Renzi sulla legge elettorale potrebbe costituire una vera svolta. L’ex premier, infatti, se da un lato sostiene apertamente il Governo Gentiloni, dall’altro prova a farsi sfazio in vista delle scelte future del Partito Democratico. Del resto l’obiettivo è chiaro: il candidato premier alle prossime elezioni sarà comunque l’ex sindaco di Firenze e ora sembra sia giunto davvero il momento di iniziare ad avanzare.

Le opposizioni (M5S in primis) guadagnano terreno: gli uomini di Grillo, secondo gli ultimi sondaggi, sarebbero in testa. Il Movimento 5 Stelle guadagna consensi a destra e a sinistra mentre il Partito Democratico, pur essendo ancora la prima forza politica “convenzionale” del paese, perde terreno. E allora tocca andare all’attacco: “Sono disponibile al Mattarellum, all’Italicum, alla proposta dei Cinque Stelle, di Forza Italia e della Lega. Facciano una proposta e noi la votiamo.”

Il messaggio è chiaro. Dopo le proposte del Partito Democratico, bocciate di sana pianta, toccherà agli altri partiti scegliere (purché si scelga). Intanto Matteo Renzi non ha intenzione di beffare Paolo Gentiloni; nessuna voglia di andare anticipatamente ad elezioni (dopo le Primarie, si intende). L’obiettivo del Partito Democratico e di Renzi è quello di sostenere il Presidente del Consiglio e quel “grande lavoro che sta facendo”.

Tag

Massimo Esposito

Napoletano di nascita e cilentano d'adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close