Sport

Maurizio Sarri è il nuovo allenatore della Juventus

Comunicato della società bianconera e le reazioni dei tifosi sul web.

È ufficiale: Maurizio Sarri è il nuovo allenatore della Juventus. La conferma arriva dal sito della società bianconera che ha reso noto i termini dell’accordo e dato il benvenuto al nuovo tecnico:<< Dopo aver sollevato il suo primo trofeo continentale adesso Maurizio Sarri ritorna in Italia, dove ha allenato per tutta la sua carriera, fatta eccezione, appunto, per l’esperienza inglese appena terminata. E da oggi, e per i prossimi tre anni guiderà la Juventus>>. Anche il Chelsea tramite la plenipotenziaria Marina Granovskaja ha voluto salutare l’ex tecnico augurandogli buona fortuna in Italia:<< Maurizio ha chiarito quanto fortemente desiderasse tornare nel suo Paese. Vogliamo congratularci con lui per essersi assicurato il ruolo migliore in Serie A. Buona fortuna>>.

Le reazioni dei tifosi

Le reazioni dei tifosi sono molteplici e tutte espresse sui social. Quelli bianconeri si dividono come fecero in passato per Max Allegri, molti lo ritengono difatti una soluzione di ripiego dopo il rifiuto di Pep Guardiola. Molto più complessa invece la situazione a Napoli dove i tifosi si sentono letteralmente traditi dal loro ex allenatore. Rabbia, sconcerto e incredulità serpeggiano tra i partenopei che si stanno riversando sul web per comunicare il loro dissenso. Un dibattito animato alimentato dagli atteggiamenti passati di Sarri che aveva sempre aspramente criticato il modello Juventus. La reazione più critica arriva dall’attore e regista Maurizio Gallo che ha girato un documentario dal titolo”Maurizio, il Sarrismo.  Una meravigliosa anomalia” che ha dichiarato:<< Maradona è l’unico che è rimasto sempre fuori dal sistema dicendo no alla Juventus come a Blatter, senza mai sedersi a quei tavoli. Resta un’icona. Sarri ha avuto a Napoli per un po’ di tempo la stessa popolarità di Diego. Ma alla fine dopo aver propugnato l’attacco al palazzo è andato a lavorare in quel palazzo. Non è un bel messaggio che diamo ai giovani perché è come dire ai ragazzi che niente vale, giustificandolo con le scelte professionali. Ultimamente si dice che le icone sono pericolose, ma io voglio crederci nelle icone e se non è più possibile farlo nel calcio mi allontanerò dal seguirlo, perché sapere che sono solo professionisti che giocano e allenano toglie la passione>>. Anche il gruppo di Facebook Sarrismo- Gioia e rivoluzione  ha annunciato la chiusura della pagina e con un lungo post ha reso noto i motivi della chiusura:<< Se c’è qualcuno che Sarri ha tradito, quel qualcuno è Sarri stesso. L’allenatore ha avuto la meglio sull’uomo, ha ucciso il comandante. Resta il dubbio, certo, che Sarri fosse un personaggio anti-sistema. Appena ne ha avuto l’occasione, non solo lo ha accettato: ci è convolato a nozze>>.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close