Attualità

Medjugorje: Autorizzato il culto

Siamo di fronte ad una svolta sul caso Medjugorje ? L’inviato speciale del Papa, Mons. Henryk Hoser lascia intendere che ci si trovi davanti ad un punto di svolta per quanto riguarda Medjugorje proprio perché lo stesso ha affermato che “il culto è stato autorizzato”. Ancora però un nulla di fatto è arrivato dal Vaticano, infatti non vi è stata una conferma ufficiale da parte del Papa il quale non si è ancora espresso a riguardo.

Parla l’inviato speciale del Papa

In un’intervista rilasciata ad Aleteia, l’inviato speciale del Papa, Mons Hoser ha così dichiarato: “Il culto di Medjugorje è autorizzato. Non è proibito e non deve svolgersi di soppiatto. La mia missione consiste precisamente nell’analizzare la situazione pastorale e nel proporre delle migliorie”, ed ancora continua: “Da oggi, le diocesi e altre istituzioni possono organizzare pellegrinaggi ufficiali. Non ci sono più problemi”. Allora è tutto in regola ? Forse non del tutto.  

Nessuna conferma dal Vaticano

Sempre lo stesso Hoser, continua l’intervista dichiarando che: “questa decisione dovrà essere presa dal Papa. Il dossier si trova ora negli uffici della Segreteria di Stato. Credo che a breve la decisione finale sarà presa”. Dalle parole del presule però si denota una “non ufficialità” di quanto detto fino ad ora. Questo perché ancora Papa Francesco non si è espresso in tal senso (parliamo di pellegrinaggi) e nessun documento ufficiale è stato emanato per dare la sicurezza d quanto dichiarato da Hoser.

Pellegrinaggi si o no ?

Il Vaticano dal canto suo però fa sapere che ancora Papa Francesco: “non ha dato di recente alcuna istruzione riguardante Medjugorje”. Cosa vuol dire ciò ? Di certo il Papa non ha vietato o sta vietando i pellegrinaggi anzi ciò fa ben sperare ad un possibile elemento in più per quella che potrebbe essere una svolta importante su Medjugorje. La risposta del Vaticano invece vuol intendere il fatto che ancora il Pontefice non si è espresso in merito e che dunque non va dimenticato il fatto che l’incarico di Hoser era quello di guardare l’aspetto pastorale, quindi la strada è quella giusta. Almeno fino ad ora.

Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale. Il mio sogno ? Diventare vaticanista! Twitter: @Azzarag91

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close