Meizu Zero, il primo smartphone senza porte e senza pulsanti, non uscirà mai: ecco perché

Il CEO della compagnia, Jack Wong, ha ammesso che la campagna di crowdfunding per il Meizu Zero era una trovata pubblicitaria, ma il motivo reale del dietrofront sembrerebbe il mancato raggiungimento dei finanziamenti necessari.

Meizu Zero, il primo smartphone senza porte e senza pulsanti, non uscirà mai – ecco perché

Il primo telefono senza fori del mondo, il Meizu Zero, che la società cinese avrebbe dovuto sviluppare grazie ai fondi raccolti sulla piattaforma di finanziamento collettivo Indiegogo, non uscirà mai. La causa è controversa. Il CEO della compagnia, Jack Wong, ha ammesso che la campagna di crowdfunding per il Meizu Zero era una trovata pubblicitaria, ma il motivo reale del dietrofront sembrerebbe il mancato raggiungimento dei finanziamenti necessari.

La società cinese ha annunciato il primo telefono senza fori del mondo, il Meizu Zero, il 23 gennaio 2019, anticipando la concorrenza e proponendo una rivoluzione. Il primo smartphone senza porte e senza pulsanti avrebbe dovuto affidare le funzioni di ascolto degli audio, di ricarica della batteria e di trasferimento dei file alla tecnologia wireless e le azioni di accensione del telefono, di regolazione del volume e di sblocco della schermata alla tecnologia touch. Il Meizu Zero avrebbe dovuto vantare un telaio minimal, bianco o nero, fatto in ceramica senza aperture, eccetto quelle della doppia fotocamera posteriore 12MP (Sony IMX380) + 20MP (Sony IMX350) e della fotocamera frontale da 20MP (posta nella cornice superiore).

Quindi, il primo telefono senza fori del mondo, il Meizu Zero, sembrerebbe un modello proprio intrigante, sebbene troppo audace, che la compagnia ha avuto il coraggio di provare a produrre attraverso i contributi versati dai sostenitori sulla piattaforma di finanziamento collettivo Indiegogo. Purtroppo, il primo smartphone senza porte e senza pulsanti non sembrerebbe un affare convincente per gli investitori, che non hanno gradito il prezzo elevato del prodotto ($1.299 in versione Exclusive Engineer Unit e $2.999 in versione Exclusive Pioneering Unit). Questa sensazione è stata condivisa dagli utenti, perciò dopo una campagna di crowdfunding lunga un mese il Meizu Zero ha raccolto solamente $45.998, cioè il 45% del suo obiettivo minimo di $100.000.

La società cinese avrebbe dovuto mettere sul mercato esclusivamente 100 esemplari. Invece, visto il flop del progetto, non produrrà nulla. La pagina della piattaforma di finanziamento collettivo Indiegogo non mostra quante persone hanno sostenuto la compagnia ma, dato il costo iniziale di $1.299, il numero sembrerebbe pari a 30.

Il CEO della società cinese, Jack Wong, ha dichiarato sui forum ufficiali che la campagna di crowdfunding per il primo telefono senza fori del mondo, il Meizu Zero, era una trovata pubblicitaria, forse per nascondere il motivo reale del dietrofront della compagnia.

Indipendentemente da ciò il mancato raggiungimento dei finanziamenti necessari è una benedizione sotto mentite spoglie per la società cinese perché produrre e spedire cellulari del genere per i soli 77 clienti indispensabili per raggiungere il suo obiettivo minimo di $100.000 sarebbe antieconomico.

Pubblicato da Laura Tarallo

Laureata in Criminologia, mi appassiona la cultura in ogni sua forma: la letteratura, l'arte, la scrittura, la musica, i videogames, la scienza, la cucina, il fitness, la fotografia e il cinema.