Milano, Keith Haring in mostra al Palazzo Reale

Sono 110 le opere di Keith Haring, per un intenso tuffo nell'arte contemporanea

Milano, Keith Haring in mostra al Palazzo Reale

Poco più di una settimana fa, è stata la ricorrenza della morte di un grande artista dello scorso secolo Keith Haring. Al Palazzo Reale di Milano è stata inaugurata il 21 febbraio una mostra dedicata interamente all’artista americano, che sarà visitabile fino al 18 giugno 2017.

Keith Haring: arte ed impegno sociale

Originario della Pennsylvania, Haring (1958-1990) influenzò fortemente i Graffiti e la Street Art. Trasferitosi a New York nel 1978, sviluppò un’arte del tutto originale ed uno stile, che ancora oggi lo contrassegna. Si impegnò con la sua arte su temi sociali: ambientalismo, lotta contro la discriminazione di qualsiasi tipo (colore della pelle, provenienza, orientamento sessuale) e si oppose agli eccessi del capitalismo. Disegnò le pareti di tantissime città, tra cui molte europee. Da ricordare il suo dipinto sul Muro di Berlino nel 1986.

La mostra al Palazzo Reale

Il Palazzo Reale di Milano (Piazza del Duomo, 12) ha deciso di dedicare a questo artista, che ha segnato l’arte dei Graffiti, una mostra realizzata con la collaborazione scientifica di MADEINART e il contirbuto di Keith Haring Foundation, curata da Gianni Mercurio. Numerose le opere che saranno presenti, molte delle quali inedite o mai esposte prima in Italia.

Orari della mostra:
Lunedì: 14.30–19.30
Martedì, mercoledì, venerdì e domenica: 9.30-19.30
Giovedì e sabato: 9.30-22.30.

Laureata in Filosofia, sta per concludere la sua seconda laurea magistrale in Studi teatrali e del cinema alla Ludwig-Maximilians-Universität, di Monaco di Baviera. Originaria di Roma, ha vissuto a Berlino, Monaco e Parigi, dove ha studiato all’università Sorbonne. Appassionata di cinema, teatro, spettacolo e storia dell’arte. Nella scrittura unisce la riflessione teorica appresa dalla filosofia e l’amore per le arti.