Il Mistero dei Templari – National Treasure: Trama del film stasera su Italia 1

Il primo dicembre 2004 usciva nelle sale Il Mistero dei Templari, pellicola prodotta dalla Disney arricchita da un cast stellare e un Nicolas Cage nei panni di un moderno Indiana Jones.

mistero dei templari

Questa sera, alle ore 21, Mediaset ci offre su Italia 1 la possibilità di rivedere Il Mistero dei Templari (fedelissima traduzione del titolo originale National Treasure), frutto di una nuova collaborazione tra Jerry Bruckheimer e Nicolas Cage, dopo i precedenti successi ottenuti insieme grazie a blockbuster quali: Con Air, The Rock, Fuori in 60 secondi.

Trama e curiosità

Ben Gates (Nicolas Cage) è l’ultimo discendente di una bisfrattata stirpe centenaria di archeologi, da sempre impegnata nel ritrovamento del tesoro perduto dei Templari. Grazie ad un indizio lasciato dal nonno (Kevin Spacey Christopher Plummer) e all’aiuto del suo amico Riley (Justin Bartha), mago della tecnologia, e della direttrice degli Archivi Nazionali di Washington, Abigail Chase (Diana Kruger) Ben cercherà di portare a termine uno dei più ambiziosi furti di tutti i tempi.

Una piacevole avventura per i nostalgici di Indiana Jones, corredata da un cast corale di stelle hollywoodiane, infatti oltre ai già citati Nicolas Cage, Diane Kruger e Christopher Plummer troviamo anche Jon Voight Sean Bean e Harvey Keitel.

Il film si confermò un successo al botteghino, a fronte di un budget di 100 milioni di dollari, la pellicola riuscì ad incassare 173 milioni negli Stati Uniti e globalmente circa 350 milioni di dollari nei cinema di tutto il mondo.

Il successo fu tale che nel 2007 venne confezionato un sequel Il Mistero delle Pagine Perdute. Si parlò di realizzare un terzo capitolo, con uscita nel 2014, ma ad oggi del progetto non si sa più nulla.

– Il film ipotizza che vi sia qualcosa scritto sul retro della Dichiarazione d’Indipendenza. In realtà c’è davvero qualcosa
scritto sul retro del documento ove si legge: “Originale Dichiarazione d’Indipendenza del 4 Luglio 1776” che appare scritto
nella parte inferiore del documento. Anche se nessuno sa con certezza chi l’abbia scritto, è noto che per la grandezza
della pergamena sia stato necessario arrotolarla per la conservazione. Quindi è probabile che l’annotazione sia stata
aggiunta semplicemente come etichetta.

– Ben, Patrick e John Gates sono stati tutti nomi di padri fondatori (Benjamin Franklin, Patrick Henry e John Adams).
Abigail Chase è una combinazione di Abigail Adams, moglie di John Adams e Samuel Chase, un firmatario della
Dichiarazione d’Indipendenza e successivamente un membro della Corte Suprema degli Stati Uniti.

– Un team di sceneggiatori composto da Terry Rossio (recentemente premiato con un Oscar per la sceneggiatura di
Argo) e Ted Elliott sono stati assunti dal produttore Jerry Bruckheimer per fare una revisione non accreditata della
sceneggiatura del film.

– Il regista Jon Turteltaub ha raccontato che la durata del primo montaggio grezzo del film era di circa quattro ore.

L’appartamento di Benjamin Gates è al 544 di Camp Street a New Orleans, dove i teorici della cospirazione credono sia
stato pianificato l’assassinio di John F. Kennedy.

Un po’ di Indiana Jones, un po’ di James Bond e un po’ di qui film giallo-rosa anni 60 alla ‘Come rubare un milione di dollari e vivere felici’ o alla ‘Gambit grande furto al Semiramis’, leggeri e avventurosi. La contaminazione è piuttosto gradevole, decisamente scorrevole. E Nicolas Cage, solitamente piuttosto cupo, non diciamo che completa in charme con Cary Grant, ma insomma lascia soddisfatti.” (Paolo D’Agostini, ‘la Repubblica’, 10 dicembre 2004)

Pubblicato da Giuseppe Naso

Classe 1985, alessandrino di provenienza, ragioniere per il rotto della cuffia e bassista con puntualitá da "open bar", amo la carbonara, la cinematografia anni 80/90 e "Welcome to the Sky Valley" è il cd più bello del mondo!