Attualità

Mostra Andy Warhol a Napoli 2019: info, costi e date

In mostra a Napoli alla Basilica della Pietrasanta dal 26 settembre 2019 al 23 Febbraio 2020

Dal 26 settembre 2019 al 23 Febbraio 2020, nella suggestiva location della Basilica della Pietrasanta, in Via dei Tribunali, si terrà una grande e d interessante mostra, con in esposizione bel oltre 150 opere dell’artista poliedrico Andy Warhol.

“La vera essenza di Warhol” presenterà l’opera dell’artista americano, facendone ammirare e conoscere l’intero percorso artistico. Maestro del movimento della Pop Art, è da considerare il maggior influente del XX secolo. La mostra ci darà il grande onore di ripercorrere le straordinarie tappe della carriera ma non solo, della vita e dell’amore per la città di Napoli di uno degli artisti ancora oggi più amati.
Difatti non è un caso che sia proprio Napoli, tra le altre città in precedenza, ad ospitare “La vera essenza di Warhol”: il suo è stato amore a prima vista per la città partenopea, iniziato nel 1975, quando Lucio Amelio, un grande gallerista napoletano, lo invita per la prima volta, ricevendo poi in omaggio dall’artista  quattro famosi ritratti.
Insomma una grandissima occasione per appassionati, curiosi, critici e operatori del settore per ammirare dal vivo i capolavori di Andy Warhol. Anche questa mostra, come “Chagall. Sogno d’amore” sempre a Pietrasanta, è stata organizzata e curata  dall’Associazione Arthemisia, , leader a livello nazionale nel settore.

Costi biglietti e date

Mostra: La vera essenza di Warhol

Dove: Basilica della Pietrasanta – piazzetta Pietrasanta, 17-18, 80138 Napoli NA

Quando: dal 26 settembre 2019 al 23 febbraio 2020

Biglietti: a partire da 15,50 € – acquista i biglietti su Ticketone

Contatti: +39 081 19230565 mail info@polopietrasanta.it

Andy Warhol e il suo Amore per Napoli

Lucio Amelio, grande gallerista, dopo aver trascorso lungo tempo a New York, nel voler rilanciare Napoli nel circuito internazionale della cultura, invita Andy Warhol in città nel 1975.

Andy Warhol fu da subito colpito e rapito da Napoli, che lui chiamava “città bazar” e che paradossalmente presentava incredibili similitudini con New York, la sua città. Non fu quindi difficile, per l’artista girare un video dal titolo “Andy Warhol eats” dove si mostrava il suo essere a suo agio tra i vicoli della città.

Nel 1980 l’esperienza di Warhol a  Napoli continua, quando insieme ad altri artisti gli viene commissionato da Lucio Amelio un’opera che ritraesse l’accaduto terremoto che colpiva nel mentre le popolazioni dell’Irpinia.

Da qui un vero e proprio trittico, che trae il nome  dal titolo che nel 1980 compariva sul Mattino di Napoli ”FATE PRESTO”, per esortare il pronto arrivo dei soccorsi alle popolazioni terremotate dell’Irpinia. L’opera, facente parte di una più vasta collezione dal titolo “Terrae Motus” è attualmente custodita nel Palazzo Reale di Caserta.
La grande fascinazione che Andy Warhol prova nei confronti di Napoli, i suoi vicoli e i suoi personaggi folkloristici, lo portano ad interessarsi molto alla figura dei femminielli, ritenuti da lui la versione partenopea delle drag queen newyorkesi. Chiese così ad alcuni di loro di posare per la produzione della caratteristica seria “Ladies and Gentlman”
Di grande interesse anche le “Napoliroid”, scattate da Warhol con la sua polaroid e ritraenti scene di vita quotidiana partenopea.

Tag

Carmela Barbato

Laurea Magistrale in Design per l'innovazione presso l'Università degli studi della Campania "Luigi Vanvitelli"- Dipartimento Architettura e Design. Sono una Designer del Gioiello, fondatrice del Brand Khàrm design. Oltre il "progettare" ed il "realizzare", mi piace molto lo "scrivere" ed il "raccontare" di tutto ciò che riguarda l'Arte, la Moda, il Gioiello e paradossalmente di Benessere. Gli oggetti che mi rappresentano e che caratterizzano le mie passioni sono un foglio, una matita, dei colori, una macchina fotografica. Mi diletto a scrivere su un blog fondato da me.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close