Musica

New Order a Torino con Liam Gillick

Non è stata ancora rivelata la data, ma la cosa è sicura, i New Order torneranno nel nostro paese con un live show decisamente esclusivo alle nuove OGR di Torino. L’evento, nato in collaborazione proprio tra le nuove OGR e il Manchester International Festival, vedrà la band inglese esibirsi in un’incredibile performance con l’ausilio di Liam Gillick, noto visual artist britannico che vanta prestigiose mostre personali al Tate Tritai e al boma di New York, oltre a figurare come co-curatore della mostra inaugurale di OGRLike a Mouth to a Flame.

Lo spettacolo a Torino dei New Order

 Durante lo spettacolo già collaudato al MIF (Manchester International Festival), e denominato ∑(No,12k,Lg,17Ogr) New Order + Liam Gillick: So it goes…, la band britannica darà sfogo alla propria creatività presentando materiale, vecchio e inedito, estrapolato dal loro repertorio, ripensato, decostruito e ricostruito. All’evento si unirà anche il compositore e arrangiatore Joe Duddell. D’altra parte, quello dei New Order è un gradito ritorno. A distanza di dodici anni ritornano nella città piemontese che li aveva ospitati per il Traffic Festival, in quell’edizione si esibirono anche gruppi del calibro di Aphex Twin e Throbbing Gristle. Nel comunicato stampa emanato dalle OGR si legge: “Per lo spettacolo il gruppo ha decostruito, ripensato e ricostruito un gran numero di materiale proveniente da tutta la sua carriera: familiare e oscuro, vecchio e nuovo. Per l’esecuzione live, i musicisti saranno accompagnati da un ensemble di 12 synthesizer. Ispirato dalla re-invenzione del catalogo della band, Liam Gillick trasformerà OGR in un ambiente immersivo, creando un palco in grado di reagire dinamicamente alla musica”.

Cos’è l’OGR di Torino: breve descrizione

Le rinnovate Officine Grandi Riparazioni (OGR) è un nuovo Innovation Hub + Arts Center di 20.000 metri quadrati che verrà inaugurato il 30 settembre 2017 nella città di Torino. Un progetto volto alla rigenerazione e alla riapertura delle ex Officine Grandi Riparazioni, un sito costruito tra il 1885 e il 1895, una volta dedicate alla manutenzione dei veicoli ferroviari e adesso indirizzate alla promozione della cultura e dell’innovazione tecnologica nei campi delle arti visuali e performative.Il programma d’arti visuali sarà ufficialmente inaugurato dal gran progetto espositivo Like a Moth to a Flame curato da Tom Eccles e Mark Rappolt con Liam Gillick. Dal giorno dell’inaugurazione sino al 14 ottobre 2017, le OGR ospiteranno anche gli spettacoli di band e artisti del calibro di Giorgio Moroder, Elisa, Ghali, Omar Souleyman, The Chemical Brothers e il super gruppo Atomic Bomb!. Inoltre, dal 4 al 7 novembre, in collaborazione con Club to Club, la band tedesca dei Kraftwerk presenterà “Kraftwerk 3D The Catalogue – 1 2 3 4 5 6 7 8”, ovvero tutti gli album dell’iconica formazione elettronica suonati in ordine cronologico (due alla volta) dal 4 al 7. Le sorprese continueranno nel 2018 con una serie di progetti site-specific d’artisti di fama internazionale.

 

Tag

Alfonso Fanizza

Storico-critico musicale, laureato al D.a.m.s. e in possesso di un Master in “Manager della gestione e organizzazione di eventi culturali e artistici”. Grande appassionato di musica, libri e cinema, con una particolare predisposizione al viaggio.
Back to top button
Close
Close