Nuovo Calcio Avellino SSD: staff tecnico e i possibili nuovi acquisti

Dopo la mazzata del Tar che ha destinato L’Avellino alla Serie D, con il nuovo patron De Cesare ci si prepara alla ricostruzione

Nuovo Avellino calcio

È un Avellino Calcio completamente rivoluzionato quello che si prepara ad una non indifferente scalata per tornare nei ranghi che contano. Gianandrea De Cesare ha stanziato un budget record di 4 milioni di euro, un investimento da squadra di serie A e che pone quindi l’obbiettivo di tornare in Serie B dopo due stagioni. Il nuovo mister è Archimede Graziani, al cui nome importante affianca un’ottima esperienza con il Mantova, conclusasi con la promozione in Serie C. Maurizio Macchioni sarà il vice mentre Fabio Patuzzi e Pietro La Porta saranno rispettivamente preparatore dei portieri e preparatore atletico. Il Direttore Sportivo sarà invece il giovane Carlo Musa, di 28 anni, laureatosi a Coverciano a 26 anni e reduce da un 8° posto in Serie D con la Lupa Roma. Interessante la partecipazione nel progetto di Nicola Alberani, direttore sportivo della Scandone Avellino nel basket, e che anche qui ricoprirà il ruolo di dirigente come braccio destro di De Cesare. L’idea della Polisportiva calcio-basket è una concreta ipotesi, e vedrebbe per l’appunto un’unica società con due squadre per il rispettivo sport (come per il Real Madrid o per il Barcellona). Per i nuovi acquisti si puntano giovani e giovanissimi, usciti dalla primavera della scorsa stagione: il portiere sarà Antonio Pizzella, classe 2001 come l’attaccante Patrick Moreschini, che dovrebbe firmare a breve. Un inatteso ritorno potrebbe essere quello di Alessandro Fabbro, reduce da 3 stagioni in Serie D e con sempre 3 stagioni all’attivo con l’Avellino in Lega Pro Prima Divisione e in Serie B.