Oscar Pistorius Condannato: 6 anni per l’omicidio della fidanzata

Oscar Pistorius Condannato: 6 anni per l'omicidio della fidanzata

Tante lacrime, un abbraccio alla sorella Aimee e via, verso le celle del tribunale di Pretoria. Si conclude così la sentenza che condanna Oscar Pistorius a sei anni di carcere per l’omicidio della sua fidanzata Reeva Steenkamp, uccisa il 24 febbraio del 2013.

In primo grado erano stati inflitti 5 anni di carcere all’atleta, ma poi, nel dicembre del 2015 la Suprema corte d’Appello aveva ribaltato il verdetto, additando ad Oscar Pistorius la colpa di omicidio volontario. Attualmente Pistorius era agli arresti domiciliari a casa dello zio con l’obbligo di indossare il braccialetto elettronico.

Il campione paralitico rischiava ben 15 anni di detenzione, ridotti a 6 dal giudice Thokozile Masipia dell’Alta corte di Pretoria, che ha ritenuto le attenuanti più importanti delle aggravanti. Il giudice, prima di pronunciare il verdetto ha dichiarato: “Le attenuanti hanno maggior peso delle aggravanti. Una pena detentiva lunga non servirà la giustizia. Il recupero è possibile, ma dipenderà soprattutto dall’atteggiamento di Pistorius rispetto alla punizione impostagli“.

Neolaureata all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia in giornalismo a stampa, radiofonico e televisivo.
Giovane ventitreenne redattrice per calciomercato-Inter.it, Newsly.it e NailsArt.it.
Appassionata di scrittura e di moda, ottima fruitrice di
film, documentari e serie tv. Viaggiatrice curiosa che ama il confronto con il diverso.