Attualità

Papa Francesco, Angelus di oggi: “Questi è il Figlio mio, l’amato. Ascoltatelo”

Oggi 6 agosto 2017 ricorre la festività della Trasfigurazione di Gesù, ovvero quell’evento avvenuto quaranta giorni prima della crocifissione di Gesù. Questo dunque il tema di oggi, trattato da Sua Santità Papa Francesco nella catechesi prima dell’Angelus, al quale erano presenti diversi fedeli giunti in Piazza San Pietro da varie parti del mondo. Anche oggi il caldo ha fatto da padrone sulla città eterna ma ciò non ha fermato i pellegrini che seppur sotto il sole, non hanno rinunciato alle parole del Pontefice.

Le parole di Papa Francesco durante l’Angelus di oggi

Ore 12:00. Papa Francesco, affacciatosi dalla finestra del palazzo apostolico, ha esordito parlando proprio della Trasfigurazione del Signore, partendo dal Vangelo di Matteo il quale riporta tale evento. Tre furono i testimoni dell’accaduto: Pietro, Giacomo e Giovanni. Questi tre dunque insieme a Gesù ascesero verso il monte Tabor, proprio a significare il distacco dalla cose materiali, così come afferma il pontefice: “Riflettere sull’importanza di staccarci dalle cose mondane, per compiere un cammino verso l’alto e contemplare Gesù”. Ma è possibile contemplare Gesù anche ad “alte temperature”? Sì, è vero, fa caldo, ma l’estate è un periodo di vacanza, di ferie, un periodo di rilassamento ed è possibile dedicare un po’ di tempo in più a Gesù: “In questa prospettiva, il tempo estivo è momento provvidenziale per accrescere il nostro impegno di ricerca e di incontro con il Signore. In questo periodo, gli studenti sono liberi dagli impegni scolastici e tante famiglie fanno le loro vacanze; è importante che nel periodo del riposo e del distacco dalle occupazioni quotidiane, si possano ritemprare le forze del corpo e dello spirito, approfondendo il cammino spirituale”.

Angelus di Oggi, Papa Francesco cita una canzone di Mina

La Trasfigurazione dunque indica un percorso che è possibile seguire poiché: “La riscoperta sempre più viva di Gesù non è fine a se stessa, ma ci induce a “scendere dal monte”, ricaricati della forza dello Spirito divino, per decidere nuovi passi di autentica conversione e per testimoniare costantemente la carità, come legge di vita quotidiana”. In questo percorso, però spunta la figura di Maria Madre di Gesù, colei che permette all’uomo di poter entrare in sintonia con suo figlio, e sempre in tema di vacanze, Papa Francesco ha affidato a Maria queste ultime: “A Lei affidiamo le vacanze di tutti, perché siano serene e proficue, ma soprattutto l’estate di quanti non possono fare le vacanze perché impediti dall’età, da motivi di salute o di lavoro, da ristrettezze economiche o da altri problemi, affinché sia comunque un tempo di distensione, allietato da presenze amiche e da momenti lieti”.

La Trasfigurazione di Gesù: breve storia

Il Vangelo di Matteo al capitolo 17, ci narra l’evento della Trasfigurazione, ovvero quell’evento durante il quale Gesù dopo aver portato Pietro, Giacomo e Giovanni sopra un’altura, si mostrò a loro vestito di candide vesti e con un aspetto incredibile. Tale evento, stando ai testi evangelici, avvenne sopra il monte Tabor, tale affermazione la ritroviamo in Cirillo di Gerusalemme e da Girolamo. Ma perché si festeggia il 6 agosto? Molto semplicemente perché la tradizione vuole, che l’evento della Trasfigurazione, avvenne quaranta giorni prima della crocifissione di Gesù e ad introdurre tale solennità, fu Papa Callisto III, poiché tale episodio fa parte del mistero della salvezza e quindi meritava una maggiore attenzione e importanza. Così nel 1457, Callisto III, elevò la festa a tutta la chiesa universale.

Tag

Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale. Il mio sogno ? Diventare vaticanista! Twitter: @Azzarag91
Back to top button
Close
Close