Attualità

Angelus Papa Francesco Oggi: “Non c’è amore senza sacrificio”

Seguire Gesù senza sacrificio di sé è possibile ? Questa la riflessione di Papa Francesco, prima dell’Angelus domenicale, con i pellegrini convenuti in Piazza San Pietro. Il Santo Padre ha però esordito dapprima con il brano evangelico di Matteo al capitolo 16, ovvero il racconto in cui Pietro, non crede al fatto che Gesù patirà delle torture fino a morire in croce. Al termine della preghiera dell’Angelus, il Pontefice ha rivolto una preghiera alle diverse popolazioni che in questo momento stanno soffrendo a casa di guerre e calamità naturali.

Le parole del Papa nell’Angelus di oggi

“Va’ dietro a me, Satana! Tu mi sei di scandalo, perché non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini!”. Perché parole così dure? A dire ciò è Gesù rivolgendosi a Pietro, il quale un attimo prima era la pietra solida sulla quale Cristo aveva riposto fiducia per costruire la sua chiesa. Quello che accade è proprio il fatto che: “Gesù sa bene che Pietro e gli altri hanno ancora molta strada da fare per diventare suoi apostoli!”, ha spiegato Papa Francesco, ricordando di li a poco, le parole di Gesù: “Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi sé stesso, prenda la sua croce e mi segua”. Ecco dunque il nocciolo della catechesi di oggi, ovvero “amare con sacrificio”, come ha affermato Bergoglio: “Sempre, anche oggi, la tentazione è quella di voler seguire un Cristo senza croce, anzi, di insegnare a Dio la strada giusta. Ma Gesù ci ricorda che la sua via è la via dell’amore, e non c’è vero amore senza il sacrificio di sé. Siamo chiamati a non lasciarci assorbire dalla visione di questo mondo, ma ad essere sempre più consapevoli della necessità e della fatica per noi cristiani di camminare contro-corrente e in salita”. Al termine della riflessione, Papa Francesco ha poi rivolto lo sguardo a Maria Santissima poiché essa è la via e colei che accompagna l’uomo e lo aiuta: “a non avere paura di soffrire per amore di Dio e dei fratelli”.

Papa Francesco ha inaugurato la nuova catechesi sulla speranza cristiana

La preghiera di Papa Francesco per il Texas

L’uragano Harvey ha lasciato dietro di se, distruzione e morte specialmente nello stato del Texas negli Stati Uniti. “Desidero esprimere la mia viva partecipazione alle sofferenze degli abitanti del Texas colpiti da un uragano e da piogge eccezionali, che hanno provocato vittime, migliaia di sfollati e ingenti danni materiali”, con queste parole Papa Francesco ha espresso vicinanza e preghiere al popolo texano, ed anche in questo caso ha chiesto l’intervento di Maria Consolatrice.

Tag

Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale. Il mio sogno ? Diventare vaticanista! Twitter: @Azzarag91
Back to top button
Close
Close