Pasta allo Scarpariello: Ricetta e Origini del piatto

Pasta allo Scarpariello: Ricetta e Origini del piatto

La ricetta della Pasta allo Scarpariello ha origini antiche e come tutti i piatti antichi è un piatto povero che si realizza con pochi e semplici ingredienti.

L’etimologia del nome ‘scarpariello‘ proviene da ‘scarparo‘ e cioè calzolaio; questo è il piatto del lunedì, giorno di chiusura della bottega del calzolaio, giorno nel quale si cucinava con ciò che si aveva in casa, con gli avanzi o addirittura con i formaggi o le pietanze che venivano regalate dai clienti che non avevano soldi per poter pagare il lavoro dello Scarpariello.

La Ricetta della Pasta allo Scarapariello è semplice da realizzare.

Ingredienti ( per 2 persone):

250 g. di pasta ( a scelta tra maccheroncini, penne, spaghetti o bucatini)

500 g. di pomodori freschi per il suho

50 g. di strutto

parmigiano grattuggiato e/o pecorino romano

4 cucchiai di olio evo

1 spicchio d’aglio

peperoncino

basilico fresco

Preparazione:

Versare l’olio in una padella capiente e aggiungere l’aglio tagliato finemente e il peperoncino. Quando l’aglio sarà imbiondito versare i pomodori tagliati e privati dei semi. Cuocere a fiamma viva per 10-15 minuti.

Su un altro fuoco preparare una pentola con abbondante acqua, portare ad ebollizione e salate, calare la pasta e cuocere al dente. Scolare la pasta e mantecare direttamente nella padella col sugo; aggiungere lo strutto, il formaggio e il basilico e fare mantecare facendo attenzione a non far scuocere la pasta.

Leggi anche: