Attualità

Pellegrinaggi a Medjugorje, da adesso sono autorizzati da Papa Francesco

Adesso è ufficiale, i pellegrinaggi a Medjugorje sono stati autorizzati dalla Santa Sede. Piano piano sembra che qualcosa inizi a muoversi ma ovviamente, l’autorizzazione dei pellegrinaggi non preclude il fatto che le apparizioni o presunte tali siano state ufficializzate e confermate dalla Santa Sede. A dare notizia di tutto ciò è stato il nunzio apostolico in Bosnia-Erzegovina Luigi Pezzuto e l’arcivescovo Henryk Hoser, visitatore apostolico a carattere speciale della Santa Sede proprio durante la messa domenicale di oggi. Intanto i pellegrinaggi sono iniziati da tempo è sempre più persone si recano al santuario mariano con la speranza di poter ricevere un miracolo o avere un segno.

Medjugorje osservata speciale

Quando si tratta di “apparizioni” o presunte tali, bisogna andarci sempre con i piedi di piombo. Dal 1981 ad oggi, infatti sono cominciati dei fenomeni che hanno per oggetto verosimilmente l’apparizione della Madonna a sei veggenti. Potrebbe sembrare “tutto nella norma” ma stando a tutte le altre apparizioni mariane avvenute in diverse parti del mondo, questa volta il fenomeno si ripete da ormai diverso tempo per tal motivo ciò ha suscitato qualche dubbio alle commissioni che si occupano di ciò. Ad ogni modo, Papa Francesco ha autorizzato i pellegrinaggi proprio perché sono ormai migliaia le persone che si recano al santuario. Pertanto d’ora in poi anche le diocesi e le parrocchie potranno organizzare i pellegrinaggi tranquillamente e non più in forma privata.

Ufficializzati i pellegrinaggi… non le apparizioni

Chiaramente si tratta solamente di autorizzazione dei pellegrinaggi, per quanto riguarda le apparizioni non è cambiato nulla. A darne notizia è il direttore ad interim della Sala Stampa, Alessandro Gisotti il quale ha voluto precisare che bisogna avere: “cura di evitare che questi pellegrinaggi siano interpretati come una autenticazione dei noti avvenimenti, che richiedono ancora un esame da parte della Chiesa. Va evitato dunque che tali pellegrinaggi creino confusione o ambiguità sotto l’aspetto dottrinale. Ciò riguarda anche i pastori di ogni ordine e grado che intendono recarsi a Medjugorje e lì celebrare o concelebrare anche in modo solenne”. Per tal motivo i pellegrinaggi sono stati autorizzati, continua Gisotti poiché: “Considerati il notevole flusso di persone che si recano a Medjugorje e gli abbondanti frutti di grazia che ne sono scaturiti, tale disposizione rientra nella peculiare attenzione pastorale che il Santo Padre ha inteso dare a quella realtà, rivolta a favorire e promuovere i frutti di bene”.

 

 

Tag

Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale. Il mio sogno ? Diventare vaticanista! Twitter: @Azzarag91

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close