PewDiePie sta per essere superato da T-Series su YouTube

Il primato dello YouTuber svedese è agli sgoccioli a causa della minaccia del canale indiano in costante ascesa.

PewDiepe

Da sei anni Felix Kjellberg, alias PewDiePie, occupa il gradino più alto del podio tra i profili pubblici più popolari di YouTube grazie al successo che lo YouTuber svedese ha conquistato registrando gameplay, vlog e video comici. Così PewDiePie ha raccolto quasi 19 miliardi di visualizzazioni e ha raggiunto la visibilità globale in parte per la sua personalità esuberante e in parte per le polemiche che lo hanno coinvolto in prima persona.

Sfortunatamente per lui nel 2010 T-Series, il canale indiano fondato da Gulshan Kumar e posseduto da Super Cassettes Industries Private Limited (SCIL), ha iniziato a condividere musica e produzioni cinematografiche, guadagnando circa 4 milioni di sottoscrizioni al mese cioè 124,000 sottoscrizioni al giorno. Ciò ha fatto di T-Series il profilo pubblico con la crescita più rapida in termini di visualizzazioni contate quotidianamente.

Già il 14 febbraio 2017 il canale indiano ha sorpassato lo YouTuber svedese diventando il profilo pubblico più visto ma Socialblade ha previsto che il 27 ottobre 2018 T-Series, attualmente con oltre 66 milioni di iscritti, supererà PewDiePie, momentaneamente con ancora 67 milioni di follower. Quindi il regno dello YouTuber svedese sta per essere distrutto dal canale indiano che pare sfrutti le sottoscrizioni automatiche per pompare il numero di iscritti.

Recentemente il famoso YouTuber EmpLemon ha espresso il suo parere in un video a questo proposito: “Più ci penso, più comincio a rendermi conto che il sorpasso di T-Series a PewDiePie è una situazione perfetta per lo stato attuale di YouTube, perché il periodo che lo YouTuber svedese rappresenta semplicemente non esiste più, anzi il fatto che sia persino riuscito a rimanere in cima per tanto tempo è un po’ un miracolo.”.

Pubblicato da Laura Tarallo

Laureata in Criminologia, mi appassiona la cultura in ogni sua forma: la letteratura, l'arte, la scrittura, la musica, i videogames, la scienza, la cucina, il fitness, la fotografia e il cinema.