Lavoro

Concorso Polizia di Stato, quando uscirà? Requisiti, prove d’esame e bando

Presto sarà reso noto il bando per la ricerca di nuovi allievi. Il concorso di quest’anno sarà aperto anche ai civili

Grande attesa per la pubblicazione del bando ufficiale della Polizia di Stato. Il prossimo concorso sarà aperto per il reclutamento di 459 allievi agenti. Secondo le ultime fonti la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale è stata slittata da settembre a fine ottobre. Inoltre, questo nuovo bando, risulta essere il primo concorso della Polizia di Stato non più riservato ai soli Vfp delle Forze Armate. Il nuovo concorso coinvolgerà anche tutti quei civili che vogliono unirsi alle Forze dell’ordine.

Per iscriversi al bando:

Bisogna compilare una domanda online che sarà presto disponibile sul sito del Ministero dell’Interno nella sezione “Concorsi”. Le domande cartacee saranno accettate solo in casi eccezionali. Per le date non ci sono ancora informazioni ufficiali, ma di certo, com’è accaduto per concorsi passati, se le iscrizioni cominciassero a fine ottobre potrebbero durare un mese, terminando a fine novembre. Dopodiché si dovrà aspettare affinché esca la data d’esame che sicuramente non sarà prima della fine di gennaio 2017.

I requisiti minimi indispensabili sono:

  • Possesso della cittadinanza italiana oltre che al godimento dei diritti politici;
  • Colo in fascia d’età dai 18 ai 30 anni;
  • Idoneità culturale, fisica, psichica ed attitudinale al servizio di polizia;
  • Titolo di studio, scuola media;
  • Nessuna condanna per delitti colposi;
  • Nessuna precedente espulsione dalla polizia.

Le prove d’esame prevedranno:

  • La compilazione di un questionario con domande a risposte sintetiche o multiple su cultura generale e su materie previste nei programmi delle scuole medie dell’obbligo;
  • Quesiti per verificare il livello di conoscenza della lingua straniera indicata dal candidato al momento della compilazione del bando;
  • Domande per accertare la conoscenza delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche.

Nel caso in cui la prova venga superata con un punteggio non minore di sei decimi, i candidati saranno sottoposti ad accertamenti di requisiti psichici e attitudinali, in base alla graduatoria.

I parametri fisici si valuteranno in base alle nuove disposizioni rese note lo scorso luglio, dal Consiglio dei Ministri:
“Non precludere l’accesso alle Forze Armate, alle Forze di Polizia, e al Corpo dei Vigili del Fuoco in ragione della mancanza del requisito dell’altezza minima prevista dalle attuali disposizioni, ma di consentire la valutazione dei soggetti in base a differenti parametri dai quali possa comunque desumersi la più generale, ma imprescindibile idoneità fisica del candidato allo svolgimento del servizio militare o d’istituto”.

Chi vincerà il concorso:

Verrà nominato “allievo agente” della Polizia di Stato. In seguito dovrà cominciare un corso di formazione di 6 mesi. Alla fine del corso, se superato, ci sarà un periodo di 6 mesi in cui si passerà alla carica di “Agente in Prova”. In conclusione, l’agente in prova, potrà essere nominato “Agente effettivo”. Come agente effettivo potrà essere assegnato ad un Reparto (o ufficio) di una regione diversa da quella di residenza.

LEGGI ANCHE: 

Concorso Agenti di Polizia Municipale a Udine: Requisiti, Bando e Scadenza

Tag

Anna Porcari

Ho 26 anni, studio all'Università e scrivere è la mia passione più grande."Chi di voi vorrà fare il giornalista, si ricordi di scegliere il proprio padrone: il lettore". (Indro Montanelli)
Back to top button
Close
Close