Prescrizione trovato l’accordo: in vigore dal 2020

La norma resta nel ddl anticorruzione.

prescrizione-accordo-trovato

Accordo raggiunto sulla prescrizione: entra nel ddl anticorruzione, ma slitta di un anno.

“La mediazione è stata positiva, l’accordo è stato trovato in mezz’ora. Voglio tempi brevi per i processi. In galera i colpevoli, libertà per gli innocenti. La norma sulla prescrizione sarà nel ddl ma entra in vigore da gennaio del 2020 quando sarà approvata la riforma del processo penale. La legge delega, che scadrà a dicembre del 2019, sarà all’esame del Senato la prossima settimana”. Lo ha detto il Ministro degli Interni, Matteo Salvini, al termine del vertice a Palazzo Chigi sulla prescrizione.

Prescrizione accordo trovato: vertice lampo a Palazzo Chigi

Dopo giorni ad alta tensione si sono confrontati questa mattina il premier Giuseppe Conte, i due vicepremier, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, e il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, titolare del ddl anticorruzione in cui il M5S ha inserito il blocco della prescrizione dopo la sentenza di primo grado, sia in caso di condanna che di assoluzione. “Rimane lo stop della prescrizione dopo la sentenza di primo grado, come avevamo detto, per tutti i reati”, ha fatto sapere il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, al termine del vertice a Palazzo Chigi. “La riforma della prescrizione è nel ddl anticorruzione – ha proseguito Bonafede – rimarrà nel ddl e andrà in Aula la prossima settimana. L’approvazione di questa norma è il primo passo di una riforma epocale del processo penale”.

Intanto si è chiusa con un voto contestato la seduta delle Commissioni Affari costituzionali e Giustizia della Camera chiamate a votare l’allargamento del perimetro del ddl anticorruzione alla prescrizione.