Prestiti Personali BancoPosta Online: tassi, calcolo rata e preventivi per dipendenti e pensionati

Assunzioni Poste Italiane Giugno 2016: Requisiti e come candidarsi

Sono migliaia le persone che ogni giorni decidono di chiedere un prestito ad una delle grandi aziende del nostro territorio, ovvero le Poste Italiane. Andiamo a leggere, in questo articolo tutto quello che c’è da sapere sui prestiti personali BancoPosta, i tassi, i calcoli delle rate e i preventivi che potete richiedere. A seconda delle esigenze personali, Poste Italiane offre tantissime opzioni tra cui scegliere, ecco quali: “Prestito BancoPosta Auto”, rivolto ai detentori di un conto BancoPosta, utile a chi intende acquistare un veicolo; “Prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa”, dedicato ai clienti già affiliati al servizio; “Prestito BancoPosta Online”, sicuramente l’offerta più interessante in quanto pratica, subito disponibile e veloce.

Prestiti BancoPosta, tutto quello che c’è da sapere

Cifre che si possono richiedere alle Poste Italiane e modalità di pagamento a rate: è possibile richiedere da 1.500€ a 30.000€. La durata complessiva varia dai 12 agli 84 mesi ed è accreditato sul conto BancoPosta in pochi giorni. Il prestito dovrà essere rimborsato tramite rata mensile con addebito sul conto del richiedente.

Come richiedere un prestito?

Per richiedere un prestito occorre effettuare il login nell’area riservata ed accedere alla sezione “Finanziamenti”. Troverete un simulatore di calcolo grazie al quale potrete scegliere la soluzione più adatta alle vostre esigenze. Successivamente ecco apparire un documento che deve essere compilato online con tutti i dati personali richiesti. I documenti richiesti sono un documento d’identità e codice fiscale, la documentazione di reddito e un documento attestante la regolarità del soggiorno nel caso di cittadini non italiani.

Quinto per dipendenti

Questa tipologia di prestito è accessibile se si è un dipendente pubblico o privato con uno stipendio mensile di almeno 1.250€. Con tasso TAN Fisso del 6,69% e TAEG del 6,90%, il servizio è diretto al dipendente che alla scadenza del piano di ammortamento deve avere un’età massima di 65 anni, 41 anni se donna. La durata del prestito varia dai 36 ai 120 mesi e per ottenerlo basta essere in possesso della cittadinanza italiana e lavorare a tempo indeterminato.

Quinto per i pensionati

 

La rata è detratta direttamente dalla pensione mensile, fino ad 1/5 della stessa. Fin da subito è possibile ottenere un accredito su Conto BancoPosta oppure sul Libretto di Risparmio Postale, un bonifico su conto corrente bancario o assegno postale vidimato. Per ottenere il prestito occorre recarsi in un Ufficio Postale.