Tecnologia

Quali smartphone fanno le foto migliori?

Ormai si sa, megapixel non è sinonimo di foto di qualità. Ugualmente risaputo è il fatto che gli smartphone non arriveranno mai a restituire scatti pari a quella di una reflex.

Tuttavia, nel corso degli anni, sono stati fatti degli ottimi passi in avanti sulla qualità e i risultati offerti dai sensori degli smartphone. Già solo se pensiamo al “lontano” 2012, i nostri smartphone permettevano già di scattare foto di buona qualità ma sembrava sempre mancare quel qualcosa in più che non permetteva di ottenere una buona resa cromatica.

Samsung S8 Plus. Il top di gamma del 2017 non sfigura in questa classifica.

Oggi, con gli attuali top di gamma, la storia sembrerebbe cambiare. Ma c’è un ragionamento da fare. Si è disposti a spendere così tanto quando con poco più è possibile comprare un’ottima reflex?

Dunque, senza sforare il budget dei 600 €, cosa si può acquistare?

OnePlus 6: l’hardware è indiscutibilmente da top di gamma. La sua fotocamera principale, di 16 megapixel, è dotata di stabilizzazione ottica. Quel che sorprende, è che il secondo sensore posto nella parte posteriore, è di ben 20 megapixel. Ma parliamo della qualità: le foto sono davvero di ottima qualità e l’HDR automatico funziona molto bene. Per quanto riguarda le foto in notturna, invece, anche qui gli scatti sono davvero molto buoni e permettono allo smartphone di entrare nel novero dei migliori in questo campo. C’è ovviamente anche la possibilità di girare video alla risoluzione di 4K a 60fps e di usare la funzione slow-motion. Amanti dei selfies, non preoccupatevi. Anche la fotocamera frontale dà ottimi risultati con il suo sensore di 16 megapixel e fuoco 2.0.

LG V30: anche qui parliamo, ovviamente, di top di gamma. Ciò significa hardware ad alti livelli e con elevate prestazioni. Il reparto foto/video è anch’esso di alto livello. Come molti suoi rivali, è dotato di doppia fotocamera posterioreLa fotocamera principale è di 16 megapixel con stabilizzazione dell’immagine. La seconda, sempre posta al posteriore, è invece di 13 megapixel ma grandangolare e con fuoco fisso. Quest’ultima, però, abbassa notevolmente la qualità dello scatto. Tuttavia i risultati di queste lenti sono comunque sopra la media e l’HDR lavora molto bene. Video fino ad un massimo di 4k che, però, non possono essere stabilizzati dato che questa funzione è attivabile solo fino al 1080p@30fps. Anche qui è presente lo slow-motion. La fotocamera frontale è di soli 5 megapixel e con poca luce sembra faticare un po’.

Samsung S8+: chi ha detto che i top di gamma sono solo quelli dell’anno corrente?! Per poter risparmiare qualcosina rispetto ai nuovi usciti, si può acquistare un top di gamma dell’anno precedente. Le differenze sono davvero poche. Questo smartphone si è sicuramente contraddistinto per il suo ottimo display ed hardware. La sua fotocamera singola, da 12 megapixel, permette di scattare foto eccellenti. Dotata di stabilizzazione ottica, con poca luce riesce a restituire immagini di qualità. Alla luce le foto sono piene di dettaglio con colori e contrasti ben definiti. Ottimi i video in risoluzione 4k con stabilizzazione elettronica dell’immagine. La fotocamera frontale da 8 megapixel è dotata di autofocus e registra video fino a 2k. Il software è rapido e permette di scattare foto velocemente ed ha numerose funzioni.

Tag

Aniello Tortorelli

Se dovessi trovare una sola parola per descrivermi, sicuramente mi definirei "curioso". Sin da piccolo ho avuto l'opportunità di vivere a contatto con persone di cultura ed etnia diverse dalla mia e ciò mi ha permesso, unitamente ai viaggi e ad un'importantissima esperienza di vita come l'Erasmus studio, di sentirmi un cittadino del mondo. Sono un grande appassionato di tecnologia e di sport, in particolar modo di calcio. Tifo per il Napoli, città della quale sono originario. Quando posso, specialmente d'estate, mi piace viaggiare e scoprire posti nuovi. Sono laureato in Scienze politiche e relazioni internazionali.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close