Musica

Questa nostra stupida canzone d’amore: Testo e Video

 

Questa nostra stupida canzone d’amore” è il titolo del nuovo brano del gruppo rivelazione degli ultimi anni.
Pubblicato su YouTube, poche ore fa, da Carosello Records, storica casa discografica, ha già ottenuto circa 50.000 visualizzazioni, dato che cresce esponenzialmente ad ogni click.

Pezzo che anticipa l’uscita del nuovo disco, di cui non si conosce ancora il titolo.
Secondo il parere degli ascoltatori più attenti, questo potrebbe avere a che fare con “Love”, scritta che si può leggere nell’immagine finale del video anteprima, lanciato dai ragazzi sulla pagina Facebook del gruppo, nonché già titolo del tour in partenza (Love Tour).
È tutta un’ondata di freschezza, ascoltando il pezzo. Al punto che, quando finisci di ascoltarla, vien voglia di rimetterla da capo.

È una di quelle canzoni che ti infonde leggerezza; leggerezza ma non superficialità; impegnativa ma mai pesante.
Ed è proprio in queste caratteristiche che emerge lo stile inconfondibile della band, in particolare di Tommaso Paradiso, che dà voce ad una storia d’amore con le fragilità che questa trascina con sé, utilizzando termini semplici ma -appunto- mai banali.

Importante anche la presenza di Alessandro Borghi, attore (lo abbiamo visto nelle vesti di Aureliano in Suburra La Serie), protagonista del videoclip insieme al cantante.
Proprio come accadeva con Completamente Sold out, album pubblicato nell’ottobre 2016, staremo ancora una volta ad assistere al successo tutto in salita del gruppo.

Ecco il testo integrale della canzone:

Se domani tu per caso sparissi
E io non sapessi più con chi parlare
Dopo tre gin, cosa dovrei fare?
Non mi va di ricominciare
Non mi va di sentirmi male
Hai capito chi sei
Sai che ho vinto il mondiale da quando ci sei
Sei la Nazionale
Del 2006
Ma dentro casa col vestito da sposa
Sei il finale migliore di tutti i film che possiamo guardare
Prima di andare a dormire

E chiudendo gli occhi immagino
Immagino Fiumicino
Tu che parti per un viaggio
Io che annaffio le piante
Aspettando il tuo ritorno
Con lo sguardo perso tra le nuvole
Ed il telefono che suona
Non rispondo, è ancora presto
La Corea del Nord
Non potrà fermare tutto questo

E se per caso mi dovessi svegliare
Colpito da un proiettile al cuore
Inseguito da strane cose
Mi basterebbe abbracciarti
Sotto le coperte
O sul divano a toccarti la mano
E a sentirti il respiro
Per ristare bene
Tornare a dormire
E ritornare a sognare
Uh oh

E chiudendo gli occhi immagino
Immagino Fiumicino
Tu che parti per un viaggio
Io che annaffio le piante
Aspettando il tuo ritorno
Con lo sguardo perso tra le nuvole
Ed il telefono che suona
Non rispondo è ancora presto
La Corea del Nord
Non potrà fermare
Neanche questa nostra stupida
Canzone d’amore
Che ti ascolti quando piangi
Mentre fai la doccia
Quando sei da sola
E ti senti bella e ti senti pronta
Per la vita che ti aspetta
Sto tornando, spegni tutto
La Corea del Nord
Non potrà fermare tutto questo

Ed è bello così, anche se poi ti fa piangere
Questa nostra stupida canzone d’amore
Ed è bello così, anche se poi ti fa ridere
Questa nostra stupida canzone d’amore
Ed è bello così, anche se poi ti fa piangere
Questa nostra stupida canzone d’amore
Ed è bello così, anche se poi ti fa ridere
Questa nostra stupida canzone d’amore
Canzone d’amore
Canzone d’amore

Tag
Back to top button
Close
Close