Musica

“Racconti nelle nebbie”, reading di Paolo Benvegnù: date

Paolo Benvegnù è sicuramente uno degli esponenti cantautoriale più importanti della nostra scena musicale. Fondatore degli Scisma, le sue canzoni, anche da solista, hanno lasciato il segno nella storia della canzone, soprattutto d’autore, italiana: Marina Rei, Irene Grandi e l’immensa Mina hanno, ad esempio, re-interpretato alcuni suoi brani. Vincitore del premio speciale di Musica contro le Mafie, assieme a Brunori Sas e Rocco Hunt, “in virtù della capacità di diffondere buone idee e buone prassi attraverso la musica”, per la canzone “Il sentimento delle cose”, contenuta nel suo ultimo lavoro “H3+”, uscito l’anno scorso e che lo ha portato in tour in giro per la penisola.

Dopo un periodo di pausa, Benvegnù ha deciso di ritornare in scena, ma con uno spettacolo ben diverso. A marzo ed aprile, per solo due date, presenterà il reading intenso ed originale, “Racconti delle nebbie”.

Durante lo spettacolo, le suggestive canzoni di Paolo Benvegnù s’incontrano e si mescolano con le narrazioni di Nicholas Ciuferri in un viaggio esplorativo nei fondali degli oceani delle nostre emozioni e le rugiade dei nostri risvegli. Un percorso di musica e parole incentrato sugli uomini, sulle cose, sulla relazione tra Noi e l’Altro.

paolo_benvegnu

Paolo Benvegnù: le date

Ecco quando assistere alle uniche due date del reading:

10 marzo – FIRENZE – Glue
07 aprile – PERUGIA – Bar Chupito

Chi è Paolo Benvegnù?  Breve biografia

Classe 1965, Paolo Benvegnù è uno dei migliori autori del nostro paese, un vero artista della parola suonata. Basti pensare che molti suoi brani sono stati re-interpretati da diversi cantanti come Irene Grandi, Giusy Ferreri e Marnia Rei, ma soprattutto dall’immensa Mina.
Benvegnù è stato il chitarrista-cantante fondatore degli Scisma, imprescindibile gruppo alternative-rock italiano ormai sciolto, con cui ha registrato, prodotto e composto tre dischi ed un Ep.
Dal 1996 al 2000, la band gardesana è stata l’unica band italiana prescelta per esibirsi ai diversi Festival europei e ha vinto il Premio Ciampi (1998), e svolto centinaia di concerti in Italia e in Europa.

Dopo lo scioglimento, Paolo Benvegnù inizia nuove collaborazioni e diventa uno dei quattro cantanti del Presepe Vivente (cantante), spettacolo di e con David Riondino e Stefano Bollani.
Instaurato un forte legame con la scena artistica di Firenze, Benvegnù costruisce un proprio studio di registrazione a Prato e, contemporaneamente alla nuova carriera solista, inizia quella di produttore artistico: Perturbazione, Terje Nordgarden e Brychan.
Un suo brano “E’ solo un sogno” viene inserito da Irene Grandi nel suo album del 2003, ed è stato anche incluso nel successivo “Best Of” in una versione live registrata con Stefano Bollani.
Nel frattempo, Benvegnù stringe un accordo con due etichette toscane (Santeria e Stoutmusic) con le quali pubblica il suo primo album solista “Piccoli Fragilissimi Film”. Il disco diventa immediatamente un “classico” del panorama indipendente, ricevendo un ottimo riscontro di pubblico e recensioni entusiastiche, tanto da essere considerato tra i migliori album del 2004.
L’album viene seguito da un lungo tour di oltre 150 date, che riceve il premio come “Miglior Tour 2004” al MEI e si conclude ad ottobre 2005 a Firenze, con un ambizioso spettacolo intitolato “Piccoli Fragilissimi Sport”.

A fine 2007, Paolo Benvegnù da alle stampe un nuovo EP sulla propria nuovissima etichetta (La Pioggia Dischi), intitolato “14-19”, il disco crea grande attesa per il nuovo album “Le Labbra”, che esce a febbraio 2008. L’album viene accolto immediatamente come uno dei migliori dischi italiani degli ultimi anni e viene accompagnato dal singolo de “Il nemico”, presentato live anche a Scalo76 su RAI2. Nel 2009 Benvegnù prende parte al progetto/compilation “Il Paese è Reale” degli Afterhours, con il brano “Io e il mio Amore”.
Ad aprile  esce, invece, l’EP “500” e lanciato dal singolo “Nel Silenzio” prodotto da Fabrizio Barbacci (Ligabue, Roy Paci).
Nel maggio 2010 Mina esce con il suo nuovo cd “Caramella” nel quale re-interpreta il brano “Io e te”.

Il video de “Io e il mio amore”, singolo inedito del cd “Dissolution” (2010), vince il Premio Miglior Fotografia al PIVI 2010, e come miglior brano indipendente 2010  nel concorso TOP INDIES 2010 indetto dal MEI.

Nel febbraio 2011 esce il nuovo disco “Hermann”, disco che riscuote un grande successo e recensito dai maggiori quotidiani e magazine nazionali, oltre che dalla stampa specializzata, piazzandosi secondo alle Targhe Tenco 2011. Nell’autunno dello stesso anno riceve il Premio Radioindie Music Like, come artista più trasmesso dal circuito radiofonico, e successivamente al MEI il premio come miglior solista dell’anno (Premio Italiano Musica Indipendente 2011 – PIMI) .
Nel 2012 collabora con Marina Rei come coautore e cantante nel brano “I fiori infranti”, e partecipa alla compilation “Tributo a Ivan Graziani” con la canzone “Olanda”.
Nell’Ottobre  2014 esce “Earth Hotel” (Woodworm Music/ Audioglobe), mentre l’anno successivo, a sorpresa, pubblica l’EP di inediti “Mr. Newman” (Woodworm Label) con gli Scisma, a cui segue un minitour di quattro date.

Il 3 marzo 2017 esce il suo nuovo disco, “H3+”.

paolobenvegnu_orig

Paolo Benvegnù: discografia

2004 – Piccoli fragilissimi film
2005 – Cerchi nell’acqua Ep
2007 – 14-19 Ep
2008 – Le labbra
2009 – 500 Ep
2010 – Dissolution (album live)
2011 – Hermann
2014 – Earth Hotel
2017 – H3+

Album con gli Scisma

1995 – Bombardano Cortina
1997 – Rosemary Plexiglas
1999 – Armstrong
2015 – Mr. Newman Ep

Tag

Alfonso Fanizza

Storico-critico musicale, laureato al D.a.m.s. e in possesso di un Master in “Manager della gestione e organizzazione di eventi culturali e artistici”. Grande appassionato di musica, libri e cinema, con una particolare predisposizione al viaggio.
Back to top button
Close
Close