Raoul Bova abbandona palcoscenico: troppi cellulari accesi

Di scena al Teatro Metropolitan di Catania con la piece “Due” assieme a Chiara Franchini, Bova abbandona il palco adirato per le continue interferenze delle suonerie dei cellulari. “Chi non è capace di spegnere il cellulare resti a casa”.

Giacca di Raoul Bova alla Finale di Miss Italia 2016 (Foto)

Come non si può essere d’accordo, in questo caso, con Rauol Bova e la sua decisione di abbandonare il palcoscenico durante il suo spettacolo a causa delle continue interferenze causate dalle suonerie degli smartphone. Quello che è successo, l’altra sera, al Teatro Metropolitan di Catania è qualcosa di veramente spiacevole, ma che oramai rischia di diventare una prassi costante a causa della maleducazione di molti spettatori poco inclini al rispetto del lavoro altrui. Troppe volte, negli ultimi tempi, durante gli spettacoli, di qualsiasi portata, teatrale o musicale, si debba fare i conti con alcune persone e la loro mancanza di rispetto verso gli altri, attori e spettatori interessati.

Raoul Bova e la decisione dell’abbandono

Durante la messa in scena dello spettacolo “Due” con Raoul Bova e Chiara Francini, l’attore non ce l’ha fatta più a sopportare le continue interferenze causate dalle suonerie dei cellulari e ha deciso di abbandonare il palcoscenico.

Poco prima dell’accaduto, durante una pausa, approfittando dell’uscita di scena degli attori, uno dei produttori dello spettacolo, visibilmente adirato, aveva duramente esortato gli spettatori a spegnere, o al limite silenziare, i cellulari: “Al prossimo telefonino che sentiamo squillare in sala, interrompiamo lo spettacolo”.

bova franchini due

Questo però non è servito a molto, infatti, alla ripresa dello spettacolo, durante il monologo della Franchini, si è verificata l’ennesima interferenza che ha spinto Bova ad uscire di scena lasciando l’attrice da sola sul palcoscenico. Chiuso il sipario, il produttore ha dovuto, nuovamente e giustamente, rimproverare i maleducati. Solo dopo qualche minuto di protesta da parte degli spettatori incolpevoli, i due sono ritornati sul palcoscenico per terminare lo spettacolo. Finito lo spettacolo, un Bova visibilmente stizzito ha preferito non ricomparire sul palcoscenico per gli applausi finali, a differenza della Franchini.

Pubblicato da Alfonso Fanizza

Storico-critico musicale, laureato al D.a.m.s. e in possesso di un Master in “Manager della gestione e organizzazione di eventi culturali e artistici”. Grande appassionato di musica, libri e cinema, con una particolare predisposizione al viaggio.