Tecnologia

Ray Tomlinson Morto, l’inventore delle Mail

E’ morto colui che ha inventato la Mail. Ray Tomlinson aveva 74 anni ed è stato il creatore di quella che si considera la posta elettronica.

Ray Tomlinson si è spento nella giornata di ieri, all’età di 74 anni. L’annuncio è stato dato alla Cnn dal suo ultimo datore di lavoro, l’azienda di elettronica e tecnologie militari Raytheon. L’uomo, però, non se n’è andato in vano poiché ha lasciato al mondo intero la sua più grande eredità che noi conserviamo con grande primizia, ovvero la Mail. L’americano era entrato nella nostra quotidianità con la sua creazione più grande che permette a tutte le persone, aziende, lavoratori e chi più ne ha più ne metta di essere in contatto fra di loro.

Tomlinson, dopo gli studi al Massachusetts Institute of Technology (Mit) stava lavorando in un’azienda di Boston quando cominciò a studiare un modo per inviare messaggi via computer che fosse al tempo stesso più facile e universale delle messaggerie elettroniche esistenti fino agli anni Settanta. Tra le sue idee ci fu la “chiocciola”, il segno @ che è diventato universale per gli indirizzi email. In inglese la scelta era facile, quel segno infatti si legge “at” che è la preposizione indicativa del luogo. E’ anche l’unica preposizione disponibile sulla tastiera di un computer, come spiegò lui. Tomlinson in un’intervista a Verge nel 2012 ricordò che all’epoca della sua invenzione il mondo della messaggeria era alla preistoria: erano poco diffuse le segreterie telefoniche per cui quasi nessuno poteva “lasciare un messaggio” a chi non era disponibile per rispondere a una chiamata. L’idea di poter depositare un messaggio leggibile su un computer gli parve rivoluzionaria. E lo era.

Oggi esistono nel mondo quasi 4 miliardi di indirizzi email. Le email che rappresentano “traffico aziendale” raggiungono, addirittura, i 100 miliardi all’anno.

Tag
Back to top button
Close
Close