Referendum Trivelle, Renzi: “Vincitori sono i lavoratori”

“Vincitori e sconfitti in questo referendum. Tra i vincitori non c’è il governo che ha proposto l’astensione civile, bensì i lavoratori che in undicimila da domani potranno tornare al loro posto”. Queste la frase con cui ha iniziato il suo discorso post referendum trivelle il presidente del Consiglio Matteo Renzi. “Gli sconfitti non sono i cittadini che sono andati a votare bensì coloro che hanno voluto per forza il referendum”, ha aggiunto ancora Renzi.

Inoltre lo stesso Capo del Governo ha anche aggiunto che ha sofferto a non andare a votare, ma ho capito che l’abrogazione di questa norma avrebbe portato a undicimila posti di lavoro: “Il presidente del Consiglio deve stare vicino a chi lavora e così ho fatto”. Inoltre ha poi sottolineato come l’Italia è leader nel settore delle tecnologie di energia alternativa perché “…noi vogliamo fare dell’Italia il paese più verde d’Europa”. Poi Renzi in conclusione è tornato a prendersela con quelle Regioni che “…hanno chiesto un referendum di 300 milioni di euro ma che poi non hanno sistemato depuratori e non fanno la differenziata”.

Leggi anche: