Sport

Ritiro Filippo Magnini, l’annuncio del campione di Nuoto

Stamane è arrivato a sorpresa l’annuncio del ritiro di Filippo Magnini dal mondo del nuoto, il campione marchigiano ha deciso pubblicamente di interrompere l’attività agonistica a 35 anni, lo ha fatto oggi agli assoluti di Riccione, ripercorriamo quanto ha fatto nella sua lunga carriera e le sue ultime dichiarazioni.

La carriera ed i titoli di Magnini

Filippo Magnini nasce a Pesaro il 2 febbraio 1982, all’età di otto anni ha le sue prime esperienze con il mondo del nuoto. Inizia da ranista, ma per caso, un giorno, si ritrova a sostituire un compagno di squadra nello stile libero, da lì partirà la sua avventura da liberista e dal 2002 si nota ai primi campionati nazionali in cui andrà a podio, preludio alla sua prima partecipazione ad un Mondiale, nel 2003 a Barcellona, mentre nel 2004 avrà la sua prima consacrazione, con tre titoli europei, di cui uno individuale ed il bronzo olimpico ad Atene, sua unica medaglia in carriera alle Olimpiadi, ottenuta nella staffetta 4×200 in compagnia di Brembilla, Pellicciari e Rosolino.

Nel 2005 arriverà il titolo mondiale nei 100 stile libero, attraverso un grande finale in cui il pesarese supererà i sudamericani Schoeman e Neethling, stampando un 48’12” di notevole livello, allora primato italiano ed una delle migliori prestazioni al mondo. Si ripeterà 2 anni dopo, anche se stavolta dovrà condividere l’oro con il canadese Hayden. Le aspettative sono dunque tante per l’appuntamento più importante del quadriennio, le Olimpiadi di Pechino 2008, ma la preparazione in vista dell’evento in Cina non è delle migliori e diversi avversari esplosero quell’anno, alla fine non riuscirà nella sua gara principale ad arrivare per un soffio in finale, mentre nelle due staffette, 4×100 e 4×200, arriveranno due quarti posti e dunque niente podi.

Dopo qualche anno difficile, torna protagonista nel 2012, giungendo all’oro europeo nei 100 stile libero e nella staffetta mista, alle Olimpiadi, non andrà però oltre al diciottesimo posto nelle batterie ed al settimo nella 4×100. La spedizione londinese fu particolarmente negativa per il nuoto italiano, Magnini rinuncerà al grado di capitano in squadra ma continuerà la propria attività agonistica nonostante avesse superato i 30 anni, e nella parte finale di carriera arriveranno titoli italiani e altre 4 medaglie agli Europei, oltre al bronzo mondiale di Kazan nel 2015 dove chiuderà al meglio la staffetta veloce, fino all’annuncio di oggi a Riccione in cui decide di ritirarsi definitivamente dal nuoto.

Le sue ultime dichiarazioni

Questa mattina, mentre si disputavano gli assoluti in vasca corta, sono arrivate le sue dichiarazioni ripreso anche dalle telecamere di RaiSport, ecco quali sono state:“Da giorni ci penso, spero di aver dato qualcosa a questo sport. Voglio ringraziare tutti quanti perché gli ultimi 27 anni ho dato tutto , in questo momento voglio smettere di nuotare e quindi oggi do’ l’addio al mondo del nuoto“. Questo l’annuncio ufficiale del suo ritiro, Filippo Magnini conclude dunque la sua lunga carriera agonistica.

Tag

Giorgio Azzarelli

Nato a Ragusa il 17 settembre 1987, cresciuto a Pozzallo, laureato in Economia Aziendale, grande appassionato di sport e di imprese sportive. Da sempre tifoso dell'Inter, una passione mai retrocessa come la storia della squadra nerazzurra.
Back to top button
Close
Close