Roberto Baggio, lettera a Mazzone per gli 80 anni

Il Divin Codino a Carlo Mazzone, "Sei un vero fuoriclasse".

Roberto Baggio, lettera a Mazzone per gli 80 anni

Roberto Baggio in una lettera aperta ha voluto rendere omaggio a Carlo Mazzone, per i suoi 80 anni. L’ex fuoriclasse azzurro, non dimentica l’allenatore romano che lo ha allenato dal 2000 al 2003 in quel Brescia delle meraviglie. Un legame speciale, che nel corso del tempo si è instaurato tra i due.

Così il Divin Codino si è munito di carta  e penna per dare voce ai suoi pensieri. Ecco le sue parole: “Caro mister, domani raggiungi un traguardo importante e volevo dirti quale enorme privilegio sia stato vivere insieme a te, a Brescia, tre anni della mia carriera. Ti sarò sempre grato e riconoscente, rimpiango solo di averti incontrato troppo tardi. Il legame tra di noi, però, è stato subito speciale. Ho apprezzato il Mazzone professionista e ho amato l’uomo Carlo; sei dotato di una sensibilità senza pari, da fuoriclasse. Vedo con piacere che l’Italia intera ti sta celebrando, ti meriti questo affetto perché sei un mito vero e autentico. Io ti lascio ai festeggiamenti in famiglia, so che stai bene e verrò presto a trovarti e abbracciarti. Tanti auguri Carletto, sei grande”.

In questa giornata di festa, non mancano le parole di auguri di un altro personaggio storico Vittorio Petrone, Manager di Roberto Baggio:

“Ho conosciuto tanti allenatori nel corso della carriera di Roberto, che è stato diretto da alcuni dei migliori al mondo. Ma tu sei stato il più grande di tutti. Mi hai incantato per come riuscivi a leggere le partite e gli uomini, vorrei che fossero evidenziate le tue capacità tattiche straordinarie e non solo la tua allegria contagiosa. Sei stato sottovalutato, eri un allenatore raffinato. Da Champions. Buon compleanno. E grazie ancora”.