Economia

Saldo IMU e Dichiarazione, le scadenze del 2019

Dicembre sarà un mese determinante per l’IMU: il 16 dicembre prevista la scadenza del saldo; il 31 dicembre la novità della scadenza della dichiarazione IMU

Abituati normalmente al saldo IMU del 16 dicembre, i contribuenti per il 2019 dovranno abituarsi anche alla scadenza della dichiarazione per l’Imposta Municipale relativa alle variazioni intervenute dal 1 gennaio al 31 dicembre 2018. Il primo aspetto al quale i contribuenti dovranno fare attenzione è quello relativo al calcolo del saldo IMU. Con il Decreto Crescita, infatti, qualche regola è cambiata.

Una delle due variazioni più importanti in materia di IMU riguarda proprio le aliquote. La scadenza del saldo IMU non ha subito alcuna variazione. La rata in acconto scadeva il 16 giugno mentre la rata a saldo il 16 dicembre. I contribuenti dovranno solo verificare di aver versato l’acconto a giugno e provvedere dunque di conseguenza al versamento del saldo. Laddove si verificasse di non aver provveduto al pagamento dell’acconto, si potrà sempre rimediare grazie al ravvedimento operoso.

Saldo IMU 2019, attenzione alla variazione delle aliquote

Se nessuna variazione è intervenuta sulle date di scadenza per il pagamento di acconto e saldo, lo stesso non può dirsi per le aliquote. I comuni devono, entro il 28 ottobre, provvedere al caricamento delle delibere di approvazione delle aliquote sulla piattaforma messa a disposizione dal Ministero per l’Economia e le Finanze. Il contribuente potrebbe dunque aver provveduto al pagamento dell’acconto in misura ridotta rispetto all’eventuale variazione intervenuta sulle aliquote.

Rispetto al passato, infatti, dal 2019 in poi è possibile per i comuni aumentare le aliquote. Fino al 2018 questa era una possibilità da escludersi: gli enti locali non potevano procedere all’aumento delle aliquote in vigore nel 2015. Con la Legge di Bilancio 2019 il limite è stato rimosso. Il contribuente che avesse provveduto al pagamento dell’acconto IMU 2019 secondo le aliquote previgenti, al versamento del saldo dovrà effettuare i nuovi calcoli e provvedere al pagamento della differenza per conguaglio.

IMU 2019, la nuova scadenza per la dichiarazione

La grande novità è però nella data ultima per presentare la dichiarazione IMU per le variazioni intervenuto dal 1 gennaio al 31 dicembre 2018. Fino all’anno scorso infatti la dichiarazione andava presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui era avvenuta la variazione. Con la Legge di Bilancio 2019 questo termine è stato prorogato al 31 dicembre dell’anno successivo.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close