Attualità

San Gennaro 2017: Il miracolo del sangue si ripete

Napoli è pronta a rendere omaggio al Santo Patrono Gennaro, colui che salvò Napoli da calamità naturali e pestilenze, ora riceve gli onori da parte di tutto il popolo partenopeo. Ebbene si, anche oggi 19 settembre 2017, il miracolo è avvenuto. Il sangue di San Gennaro alle ore 10:05 si è liquefatto, per la gioia di tutti i napoletani accorsi in massa nella cattedrale di Napoli, dove il Cardinale Crescenzio Sepe ha mostrato l’ampolla a tutti i presenti.

Biografia del Santo

Gennaro nacque a Napoli verso la metà del III secolo, della sua gioventù sappiamo ben poco anche se probabilmente passò una buona parte della sua vita a Pozzuoli, successivamente lo ritroviamo come vescovo di Benevento. Durante il suo mandato pastorale a Benevento, egli fu molto caro ai fedeli cristiani ma non solo, perchè anche i pagani lo rispettavano e vedevano in lui una figura importante. Con questi ultimi, Gennaro è legato grazie al nome, poichè Gennaro deriva dal latino Ianuarius e quindi da Ianus ovvero Giano. Ora, quest’ultimo era una delle divinità più importante per i Romani poichè rappresentava gli “inizi” infatti veniva rappresentato con una doppia faccia proprio ad indicare il passato e il futuro. Quello di Gennaro dunque non si tratta del suo nome vero e proprio ma bensì della sua famiglia in quanto appartenente alla “Gens Ianuaria” quindi una famiglia consacrata al dio Giano. A quel tempo a Roma, governava l’imperatore Diocleziano, grande imperatore ma anche grande persecutore di cristiani. Gennaro, allora, era amico del diacono Sosso,un giorno però quest’ultimo fu incarcerato dal giudice Dragonio, allora saputo ciò, Gennaro si recò in carcere da Sosso per poterlo visitare e lo fece facendosi accompagnare da Festo e Desiderio, amici dello stesso santo. Venuto a sapere di tale fatto, Dragonio, andò su tutte le furie e fece arrestare i tre, tra cui Gennaro. Ciò non piacque a Procolo (diacono di Pozzuoli), il quale protestò contro Dragonio, allora quest’ultimo decise di fare arrestare Procolo ed altri due compagni condannandoli così a morte. Il popolo non approvò la scelta di Dragonio (neanche i pagani) ma non ci pensò due volte e così fece decapitare tutti i prigionieri tra cui San Gennaro.

Miracolo San Gennaro Settembre 2015: il sangue si è sciolto

Il prodigio è avvenuto nuovamente

Il sangue di San Gennaro dunque si è sciolto alle ore 10.05 di stamane, e proprio il Cardinal Crescenzio Sepe ha tenuto a precisare che: “Quando ho aperto la cassaforte, il sangue si era sciolto già”. Questo per i napoletani è visto come un buon auspicio, non soltanto per la città di Napoli ma per tutta la Campania, al contrario essa è vista come cattivo presagio. La liquefazione del sangue però avviene (o dovrebbe avvenire) per ben tre volte l’anno Maggio, Settembre e Dicembre, anche se in realtà la festività di San Gennaro è fissata il 19 Settembre. Ovviamente le tre date, sono accompagnate dalla grande devozione dei napoletani, guidati dal Cardinale Sepe il quale riserva al Santo, delle celebrazioni particolari proprio per onorarlo delle grazie ricevute.

 

 

Tag

Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale. Il mio sogno ? Diventare vaticanista! Twitter: @Azzarag91
Back to top button
Close
Close