Gli smartphone fanno male? 6 motivi

Ecco tutti i danni ed i rischi di chi usa ossessivamente lo smartphone.

smartphone

Questi cosi ci stanno rovinando l’esistenza, ci stanno portando via il privato, l’intimità, e siamo noi che glielo permettiamo, giorno dopo giorno”. Frase emblematica di  Beppe, interpretato da Giuseppe Battiston, e sbotta al pensiero che una persona a lui cara possa sapere dove si trovava in quel momento, avendogli detto precedentemente una bugia. Questo film vuole raccontare la doppia vita delle persone, una vita che tutti che accomuna tutti.

 

Ritrovarsi a tavola con delle persona ossessionate dalle notifiche, dai selfie, dai messaggi, è una problematica che accomuna tutti.  Il cellulare, come viene più volte denominato nel film, è “la scatola nera” della nostra vita, lo scrigno in cui sono custodite le nostre voglie più nascoste. C’è qualcuno che, una volta visto questo film, può affermare di non avere nulla da nascondere? Io non credo

perfetti sconosciuti.

Oltre ai segreti, e tutto ciò che comporta l’uso compulsivo degli Smartphone nei rapporti interpersonali, adesso andremo ad analizzare tutti i danni causati dai cellulari.

1. Non godersi a pieno i momenti

Vent’anni fa nessuno avrebbe mai immaginato le difficoltà di comunicazione causati dagli Smartphone. Anche le cose più semplici sono diventate quasi utopistiche. Ad esempio, vi è mai capitato di sedervi al tavolo per prendere un caffè e restare un paio d’ore dimenticando completamente il cellulare? Ecco, la risposta è tutta qui. Il cellulare è diventata la nostra ossessione e ci impedisce di vivere in modo intenso qualunque evento della nostra vita. Distoglie l’attenzione, modifica facilmente il nostro umore e può recare danni nella comunicazione, ma non solo.

Da quanto tempo non andiamo in un posto senza postare una fotografia? Le emozioni che può suscitare un tramonto, il rumore delle onde del mare, sono state sostituito dall’ossessione di postare la foto nel minor tempo possibile.

2. Insonnia e Stress

L’uso intensivo degli smartphone, inevitabilmente, provoca dei danni molto comuni. Secondo molteplici studi, l’uso continuo degli smartphone può recare dei danni al sistema nervoso, può provocare insonnia, stress e, talvolta, addirittura crisi depressive. Essere constantemente in contatto col mondo, avere sempre tutto a portata di click, essere sempre e comunque reperibili, inconsciamente, è fonte di stress, soprattutto nelle ore serali dove la mente ha bisogno di riposo.

Questo implica un dispendio di energie continue, che può portare anche disturbi del sonno e, perchè no, anche incubi e nervosismo.  Inoltre, gli smartphone interferiscono e compromettono lo sviluppo e, talvolta, il mantenimento delle nostre abilità comunicative. L’asocialità è fonte inevitabile di ansia. L’essere ossessionati dai mondi e dalle realtà che gli smartphone ci fanno vivere, ci porta ad essere infelici e perennemente insoddisfatti della nostra vita.

3. I rischi celebrali

Gli smartphone possono essere nocivi soprattutto nella fase adolescenziale. Le onde emesse dal telefono vanno a disturbare l’attività delle onde cerebrali. Tutto ciò è maggiormente diffuso tra i bambini, avendo il cervello ancora in fase di sviluppo: una semplice telefonata può recare danni all’attività celebrale delle persone fin dalla tenera età, figuriamoci l’uso ossessivo di giochi e applicazioni. Nei bambini può esserci anche un aumento progressivo dell’aggressività, la diminuzione delle capacità di apprendimento e deficit dell’attenzione.

Inoltre, le radiazioni emesse dagli smartphone, hanno un impatto nocivo sul Dna delle nostre cellule. Gli effetti peggiori vanno a colpire il cervello. Molteplici studi hanno portato a  porre gli Smartphone quasi in cima alla lista delle cause di formazioni e progressivo aumento di cellule tumorali nell’encefalo.

4. Problemi di memoria

Che motivo c’è di imparare delle nozioni, memorizzare dell informazioni che potranno esserci utili in futuro, se abbiamo sempre tutto a portata di mano grazie agli Smartphone? Sappiamo di poter reperire qualunque cosa e in qualunque momento e questo ci porta a smettere di memorizzare. Un ordine categorico che parte dalla nostra testa, inutile perdere tempo a memorizzare, tutto ciò implica un arrugginirsi inevitabile della memoria e della nostra soglia dell’attenzione nel reperire informazioni.

5. Danni a vista ed udito

Oltre a mettere a repentaglio la nostra memoria, la nostra attenzione e le nostre relazioni interpersonali, gli smartphone portano anche gravi danni al nostro corpo, in questo caso ci soffermeremo su vista ed udito.  Chi di voi, prima di addormentarsi, non utilizza lo smartphone tenendo spenta la luce della stanza? Questo oltre a provocare i disturbi del sonno sopra citati, danneggia la vista attraverso la luce che fuoriesce dal cellulare.

L’emissione di luce blu proveniente dallo smartphone è molto intensa e può portare una degenerazione maculare prococe della retina. L’uso intenso può provocare anche danni all’udito. Infatti in una conversazione telefonica il nostro nervo uditivo è perennemente messo a dura prova. Tutto questo è dovuto alle radiofrequenze che dovrebbero portarci a diminuire il numero di chiamate giornaliere e il tempo effettivo di ogni singola chiamata e usare il più possibile gli auricolari.

6. Incremento di incidenti stradali

Il cellulare è diventato la più grande fonte di distrazione, soprattutto nel mondo degli automobilisti. Studi recenti hanno dimostrato che migliaia di persone sono morte a causa della distrazione del conducente, dovuto all’utilizzo dello smartphone. I pedoni non sono esenti da questi rischi, anzi. Le distrazioni durante una camminata possono essere addirittura più rischiosi di quelli provocati da una guida con poca concentrazione.

Ognuno di noi ha tre vite: una pubblica, una privata ed una segreta“. Altra citazione del film di Genovese che va a sintetizzare tutte le analisi effettuate pocanzi. La nostra vita è influenzata ossessivamente dagli smartphone, i nostri segreti, la nostra salute, le nostre relazioni, vengono messe a dura prova da quest’ossessione e comporta continui danni mentali fisici e morali.

La soluzione potrebbe essere più semplice di quanto pensiamo: limitarsi all’utilizzo dello smartphone in momenti dov’è strettamente necessario.

Troppo spesso viene definito strettamente necessario per la nostra sopravvivenza, come se un oggetto inanimato possa condizionare constantemente la nostra vita.  Allora proviamo a sfidare noi stessi: possiamo riuscire a spegnerlo e farne a meno per diverse ore?  Cerchiamo di trovare soluzioni alternative all’uso ossessivo dei cellulari per goderci a pieno ogni attimo della vita, salvaguardando la nostra salute fisica e mentale.