Sport

Soldini velista record: da Hong-Kong a Londra in 36 giorni

Resisteva solidamente da 10 anni, un record difficile da battere, ma che trova adesso un nuovo padrone: in 36 giorni, 2 ore, 37 minuti e 2 secondi il velista italiano Giovanni Soldini e il suo equipaggio hanno segnato un nuovo miglior tempo sulla Hong-Kong-Londra, il terzo per lunghezza tra i percorsi marini intercontinentali ufficialmente riconosciuti.

A bordo del Maserati Multi 70, un trimarano di 21 metri, l’equipaggio era salpato il 18 gennaio dal porto di Hong-Kong, per poi percorrere le 13mila miglia che descrivono la Rotta della Seta e tagliare infine il traguardo sotto il ponte Queen Elizabeth II sul Tamigi, ieri 24 febbraio alle 13.20 ora locale.

Il record

Spazzato via dunque il precedente record di 41 giorni, 21 ore e 26 minuti, fatto registrare nel 2008 dall’equipaggio francese di Gitana 13; allora venne impiegato un maxi-catamarano di una lunghezza superiore ai 32 metri, sulla carta più potente dell’imbarcazione che ha attraccato ieri al molo di St. Caterine Dock, nel cuore della capitale inglese. Merito a tutto l’equipaggio, che oltre al già citato Soldini, si è composto dell’italiano Guido Broggi, degli spagnoli Oliver Herrera Perez e Alex Pella e del francese Sébastien Audigane. Un importante riconoscimento va anche a Pierre Lasnier, per il suo importante contributo all’impresa come meteorologo da terra.

Il tempo, naturalmente, è la variabile più importante di cui tenere conto quando si viaggia per mare.  Ecco il commento di un Soldini visibilmente entusiasta per il primato appena agguantato: “Le ultime 48 ore sono state molto toste. Nella Manica di bolina con tanto vento, tanto mare e un freddo tremendo. Il record è andato benissimo, siamo molto contenti della nostra rotta. La parte più difficile è stata l’ultima: con condizioni meteo più favorevoli in Atlantico avremmo potuto guadagnare altri 3 o 4 giorni, ma va bene così. Anzi non poteva andare meglio, tecnicamente la barca è perfetta. Dall’ultimo cantiere, abbiamo fatto 19mila miglia ed è tutto a posto, sicuramente c’è il lavoro di preparazione del team. Un ottimo equipaggio“.

Un altro grande successo per il nostro Giovanni Soldini, velista di prima fascia a livello mondiale, già autore di due giri del mondo in solitaria, lui che a 16 anni  già traversava l’Atlantico. Ora bisogna riposare e soprattutto prendersi cura di Maserati, prima di ripartire per la prossima incredibile avventura.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close