The Predator, nel cast anche Jacob Tremblay

The Predator, nel cast anche Jacob Tremblay

Le ultime notizie di cinema svelano un ingresso importante nel cast di “The Predator“. Infatti tra i numerosi attori presenti c’è anche Jacob Tremblay. Ricorderete l’anno scorso il bel Room di Lenny Abrahamson, quel piccolo film indie made in USA che è stato apprezzato in giro per il mondo e dal grande pubblico, aggiudicandosi addirittura l’Oscar per la migliore attrice protagonista alla brava Brie Larson.

Indubbiamente, il film aveva lanciato sul grande schermo anche un “piccolo” talento, quello di Jacob Tremblay, il bambino protagonista del film, un talento che non è passato inosservato. Erano in molti lo scorso anno ad invocare per lui la nomination agli Oscar per il miglior attore non protagonista, nomination che però non è arrivata. Ma per il giovane Tremblay il successo conquistato con il film di Lenny Abrahamson non finisce qui.

Per la piccola stella ci sono infatti altri progetti in cantiere. Si tratta del remake di Predator, il cult movie di John McTiernan che negli anni ’80 consacrava a idolo delle folle il futuro senatore Arnold Schwarzenegger. La nuova versione è firmata da Shane Black, sceneggiatore di Arma letale e regista di Iron Man 3. Prodotto dalla Warner Bros, le riprese di Predator si svolgeranno in Canada, nei dintorni di Vancouver.

E non è il solo progetto in cantiere di Tremblay. Mentre il progetto di Predator è ancora da definire, il giovane ha infatti già due film in post-produzione. Lo vedremo quindi anche in The Book of Henry di Colin Trevorrow e con Naomi Watts e in Wonder di Stephen Chbosky, figlio di Julia Roberts e Owen Wilson.

Laureato in DAMS all’Università degli Studi di Torino e diplomato in Filmmaking presso la Scuola Holden, ha frequentato diversi workshop di sceneggiatura e critica cinematografica, formando la sua esperienza anche presso alcuni Festival cinematografici (Torino, Bobbio e Venezia). Già redattore presso “Darkside Cinema” e “L’Atalante”, è autore di racconti, soggetti e sceneggiature, nonché regista di un cortometraggio, “Interno familiare”. Nel 2016, un suo soggetto per lungometraggio è stato tra i finalisti al Pitch in The Day- Concorso Opere prime.