Tim Hague Morto, dopo KO nell’incontro con Braidwood

Lutto nel mondo della boxe, è morto Tim Hague dopo un KO sul ring di Edmonton

Tragedia nel mondo della boxe: è morto Tim Hague, a due giorni dal KO nell’incontro con Adam Braidwood. E’ stata fatale al pugile canadese Tim Hague la sfida sul ring di Edmonton: il 34enne ha riportato gravi lesioni al cervello e si è spento nella serata di ieri, domenica 18 giugno.

La morte di Hague per mano di Braidwood

Dopo 34 incontri in MMA, Hague era passato da poco alla boxe, dove fino alla tragedia che lo ha portato via aveva disputato quattro gare con una vittoria e tre sconfitte. Braidwood, lo sfidante, 33 anni, era anch’egli appartenente al mondo delle arti marziali prima di passare alla “nobile arte”, e vanta pure un passato nel football americano. Quanto accaduto tra venerdì e oggi lo avrà sicuramente scosso.

Il KO venerdì, la morte ieri sera

Le condizioni di Hague erano apparse subito molto gravi, visto che era interessato anche il cervello del pugile, colpito violentemente nell’incontro di Edmonton. L’incontro tra i due era andato in scena venerdì sera, e da allora il canadese non si era più ripreso, fino alla morte sopravvenuta nella tarda serata di ieri, e resa pubblica quest’oggi anche in Italia. Si riaprirà, con tutta probabilità, il dibattito atavico sulla pericolosità di questi tipi di discipline.

Condividi
Sono nato nel 1995 a Palermo e da qui mi piace raccontare storie dal mondo del calcio, del cinema e della musica, ma senza trascurare la mia città e le sue contraddizioni. Vero e proprio football addicted, per Newsly seguo il meglio del calcio e degli sport.