Umberto Bossi indagato per appropriazione indebita: “La politica mio unico interesse”

Umberto Bossi indagato per appropriazione indebita:

“La politica è sempre stato il mio unico interesse” sono queste le parole più importanti scritte da Umberto Bossi e lette in aula da uno dei suoi avvocati, Matteo Brigandi, durante il proccesso nel quale Bossi è indagato. L’ex leader della Lega è indagato insieme al figlio Renzo e l’ex tesoriere Franco Belsito, per aver secondo l’accusa, fatto appropriazione indebita ed aver usufroito dei soldi del partito per le proprie spese personali.

Il predecessore di Mattei Salvini nel suo scritto, ha anche aggiunto: “Non mi sono mai interessato delle questioni economiche del partito da me fondato e non o mai in nessun modo influito sulle decisioni dell’amministrazione”. Al di là di quale sia la verità una cosa è certa: la Lega di Bossi era abbastanza diversa dalla Lega che è di Salvini e molti (ex) leghisti stanno rimpiangendo quei tempi che furono.

Leggi anche:

Sognatore per antonomasia, ritiene che la verità vada ricercata e non creduta per sentito dire. Appassionato di testi antichi i quali ritiene vadano letti per ciò che raccontano, senza volerne alterare il significato, con figure retoriche inesistenti, per veicolare una verità che non esiste.
Poeta spesso malinconico.
Ama definirsi “Destista”