Attualità

Usa, addio a Linda Brown: la bambina che mise fine alla segregazione raziale nelle scuole

Gli Usa salutano Linda Brown. E’ deceduta domenica a Topeka, in Kansas, all’età di 76 anni quella ragazzina afroamericana che ha cambiato un pezzo di storia del paese.

Linda Brown: la sua storia 

Inizia tutto nel 1954, Linda Brown ha nove anni e il padre, Oliver Brown, decide di iscriverla ad una scuola elementare di Topeka, in Kansas. La scuola era a quel tempo frequentata da soli bianchi e l’iscrizione della bambina afroamericana viene bloccata. Il padre denuncia così l’autorità scolastica di Topeka. Non fu questa una voce fuori dal coro ma l’appello venne accolto da un organizzazione di attivisti neri, la National Association for the Advancement of Colored People e il caso fu portato alla Corte Suprema.

Il 17 maggio 1954, la Corte Suprema di Washington sancì la fine della segregazione razziale negli Usa. Linda Brown ottenne il diritto di frequentare una scuola riservata ai bianchi. Tutto ciò pose fine a una regola che nel 1896 la stessa Corte Suprema aveva approvato: “separati ma eguali” che stabiliva il regime di apartheid nelle scuole ma anche negli autobus.

linda brown 2

Linda Brown diventò così il simbolo di una causa giusta e il suo nome sarà sempre un simbolo nella lotta contro la segregazione.

Nel rivolgere l’ultimo saluto, la National Association for the Advancement of Colored People, l’associazione per i diritti civili, ha ricordato Linda come “un’eroina della nostra nazione alla quale rivolgeremo eterna gratitudine”.

linda brown 3

 

Tag

Paola Chiara Tolomeo

Nascevo 22 anni fa a Catanzaro, la città che mi ha regalato tante cose tra cui l'amore per il calcio. Sono entrata per la prima volta allo stadio insieme a mio padre all'età di 6 anni e da quel momento non ho più smesso. Accanto a questa passione, ho coltivato anche quella della lettura e della scrittura. Considero la parola, il mio centro gravitazionale. Da qui il desiderio di diventare giornalista. Dopo aver conseguito il diploma classico, mi sono trasferita a Bologna dove ho conseguito la laurea triennale in Lettere Moderne. "Chi si ferma è perduto". Dato questo mio motto di vita mi trasferisco a Roma per completare gli studi e dove attualmente frequento il corso magistrale di "Media, comunicazione digitale e giornalismo." Scrivere notizie, raccontare storie, intervistare le persone è la mia più grande passione. Spero diventi anche il mio mestiere.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close