Sport

Voglia di trekking? Ecco i consigli giusti per iniziare alla grande

Il piacere di un viaggio senza fretto, a ritmi lenti e rilassanti; la scoperta di luoghi meravigliosi e poco conosciuti, da poter vivere con i propri tempi per goderseli al meglio; l’emozione di un’avventura a contatto con la natura in posti dal fascino incredibile. Sono questi gli ingredienti del trekking, un’attività che negli ultimi anni sta conoscendo una diffusione sempre maggiore. Se anche voi vorreste provare ma non avete ancora avuto l’occasione, sappiate che il trekking dà grandi soddisfazioni; a patto che, naturalmente, si parta preparati. Scopriamo come!

Scegli percorsi facili e informati sull’itinerario

Non tutti i percorsi sono adatti agli escursionisti in erba. Possono infatti esserci diversi livelli di difficoltà, sia per la pendenza dell’itinerario che per la distanza tra l’inizio e la fine o tra i vari rifugi. Di solito, per i principianti sono consigliati i percorsi di primo livello, contrassegnati sulle mappe con la lettere T. Si tratta di itinerari corti, con buona segnaletica e un dislivello al di sotto dei 500 metri, che sono adatti a tutti a prescindere dall’allenamento.

Prima di intraprendere un percorso, inoltre, è bene informarsi con attenzione sulle sue caratteristiche. Cercate online la pendenza, la difficoltà, il tempo stimato per completarlo, oltre a eventuali criticità. Sapere cosa vi aspetta è molto importante per affrontare con tranquillità una sessione di trekking.

Controlla il meteo

Una volta esservi informati sul percorso e aver deciso dove andare, il passo successivo è quello di consultare le previsioni del tempo. Il meteo è l’alleato di ogni trekker: in questo modo saprete se è il caso di rimandare, o potrete semplicemente scegliere l’abbigliamento adatto a seconda della temperatura. Tenete conto però del fatto che le previsioni tendono a essere più precise man mano che ci si avvicina alla data prescelta.

Meglio in compagnia

Fare trekking in compagnia è il modo migliore per iniziare. Non solo sarà più facile, ma vi divertirete di più. Condividere i passaggi mozzafiati che vi troverete davanti, inoltre, sarà un’emozione ancora più forte. Se in ogni caso preferite affrontare un’escursione da soli, premunitevi di avvertire qualcuno di dove state andando (meglio se si tratta di un escursionista esperto). Si tratta di un accorgimento perfetto per evitare situazioni spiacevoli o pericolose.

Portate tutto il necessario

Per affrontare una sessione di trekking al meglio, ci sono alcune cose che non possono mai mancare. L’attrezzatura è infatti di importanza fondamentale. Portate sempre con voi delle borracce d’acqua (che non deve mai mancare) e un po’ di cibo. Importantissimo è anche un kit di pronto soccorso, che può davvero fare la differenza in caso di pericolo o di infortuni. Inoltre, portate sempre dei vestiti di ricambio e magliette di scorta nel caso la temperatura si abbassi. Naturalmente, l’alleato migliore di ogni trekker è il suo zaino, che deve essere abbastanza capiente da poter contenere tutto il necessario senza però risultare scomodo. Date un’occhiata ai siti specializzati: guardando gli zaini da trekking di Addnature potrete farvi un’idea sui diversi modelli disponibili, così da scegliere quello più adatto per voi.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close