Sport

Walter Zenga nuovo allenatore del Crotone: è ufficiale

Il Crotone ha annunciato ufficialmente il suo nuovo allenatore. Si tratta di Walter Zenga, che subentra al dimissionario Davide Nicola. Il tecnico ha appena tenuto la sua prima conferenza stampa con i calabresi, con cui debutterà domenica pomeriggio contro il Chievo.

Crotone, l’annuncio ufficiale del nuovo tecnico Zenga

L’annuncio è arrivato intorno alle ore 17 sul sito ufficiale del Crotone, che ha pubblicato il seguente comunicato:

“Il Football Club Crotone è lieto di comunicare di aver affidato a Walter Zenga la guida tecnica della prima squadra. Il tecnico verrà presentato ‪alle 18.00‬ nella sala stampa dell’Ezio Scida. Zenga ha firmato il contratto nel quartier generale di Salvaguardia alla presenza del presidente Gianni Vrenna e del diesse Peppe Ursino. Il suo vice sarà Benito Carbone, calabrese doc, anche lui ex calciatore e nella scorsa stagione allenatore della Ternana. 

Nato a Milano il 28 aprile 1960, Zenga ha un eccellente trascorso sia da calciatore che da allenatore. Dopo esser stato una vera e propria bandiera del calcio italiano nonché uno dei migliori portieri del mondo, ha proseguito nella carriera da allenatore allenando, tra le altre, Catania, Palermo e Sampdoria, ed ottenendo diversi titoli all’estero.

La Società dà il suo benvenuto a Zenga e Carbone ed augura buon lavoro per la nuova avventura”.

I numeri dell’allenatore Zenga

Conosciuto a livello mondiale come calciatore, Zenga non ha avuto una carriera altrettanto esaltante da tecnico, pur riuscendo a togliersi diverse soddisfazioni. Dopo le parentesi negli USA con il New England e in Italia con il Brera, è stato l’est Europa ad accogliere le sue prime panchine internazionali e i suoi unici trofei. La bacheca dello Zenga allenatore vanta infatti un campionato rumeno, ottenuto con la Steaua Bucarest nel 2004-05, e i due trofei conquistati l’anno successivo con la Stella Rossa Belgrado, vale a dire il campionato serbo-montenegrino e la coppa nazionale.

zenga belgrado
Walter Zenga ai tempi della sua esperienza in Serbia con la Stella Rossa Belgrado

Prima dell’arrivo in Italia sono dovute passare altre tre stagioni, ancora in campionati non di prima fascia. Turchia, EAU e di nuovo Romania sono il preludio alla prima esperienza italiana, sulla panchina del Catania. Arrivato in Sicilia nell’aprile 2008, Zenga conquista due salvezze consecutive e regala il record di punti ai rossoblù, poi battuto soltanto un anno dopo.

Il tecnico non lascia l’isola, ma firma per il Palermo. Con Zamparini non scatta il feeling, nonostante vittorie importanti contro Juventus e Napoli. La sua avventura sulla panchina dei rosanero dura cinque mesi e termina proprio dopo un pareggio contro il Catania.

zenga palermo

Dopo un anno in Arabia Saudita e quattro negli Emirati Arabi Uniti, per Zenga arriva l’opportunità di tornare nel campionato italiano. A chiamarlo è la Sampdoria, squadra in cui ha militato anche da giocatore. L’esperienza blucerchiata è un flop, certificato dal terribile ko interno con il Vojvodina all’andata dei preliminari di Europa League. Il suo bilancio al momento dell’esonero, avvenuto a metà novembre, è di 4 vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte.

Non andrà meglio nelle sue esperienze successive: 1 successo in 11 partite di campionato con l’Al-Shaab negli Emirati Arabi e 4 in 14 match in Premier League con il Wolverhampton. Ad oggi Zenga da allenatore in Serie A vanta 22 vittorie, 18 pareggi e 30 sconfitte. Basterà per salvare il Crotone? Di sicuro il campionato italiano ritrova un grande campionato del suo passato e una personalità più unica che rara.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close