Attualità

Limiti al Prelievo di Contanti: bastano 1.000 euro

L’Agenzia delle Entrate intensifica i controlli sui prelievi di denaro dagli sportelli automatici e dai conti correnti bancari dei cittadini

Giro di vite dell’Agenzia delle Entrate per il 2017. Il prelievo di contanti non sarà poi così “libero” come ciascun cittadino potrebbe pensare. Si perché le restrizioni previste per prelievi superiori ai 1.000,00 € sono tutt’altro che “leggere”. Prelevare più di mille euro dal proprio conto corrente, comporterà l’avvio dei controlli automatizzati.

Prelevare più di mille euro, allo sportello automatico o alla cassa, costituirà indizio di attività in nero e spetterà al contribuente dimostrare che, in realtà, non c’è nulla di illecito. Per il Fisco, infatti, il prelievo di cifre superiori ai 1.000,00 € costituirà un indizio che potrebbe far scattare i controlli automatici. Questo sembrerebbe essere il dettato della nuova normativa in ambito fiscale.

Che cosa succede in caso di prelievo superiore ai 1.000,00 €?

I cittadini che preleveranno dal proprio conto corrente bancario una somma superiore rispetto al limite stabilito dalla legge, dovranno dimostrare le transazioni effettuate e l’impiego dei fondi salvo destare il sospetto delle c.d. attività in nero. I contribuenti dovranno quindi dichiarare al Fisco la provenienza di quanto prelevato e l’impiego del denaro. In caso contrario, laddove i contribuenti non riuscissero a dimostrare le motivazioni delle transazioni, la cifra verrebbe, automaticamente, considerata come reddito da tassare. La misura sembra sia rivolta anche ai lavoratori dipendenti.

https://www.newsly.it/elezioni-usa-2016-cosa-accade-alleconomia-mondiale-voto

Tag

Maria Teresa Aracri

Diplomata in sociopsicopedagogia con formazione da Educatrice. Appassionata di Musica, Teatro, Cinema, Televisione e tutte le forme d' arte. Amo la scrittura e la lettura di qualsiasi notizia.
Back to top button
Close
Close