Televisione

L’amica geniale 2, storia del nuovo cognome: le puntate intere in streaming

Ecco come rivedere in streaming le puntate intere de ''L'amica geniale 2'' e le trame di ogni episodio.

Storia del nuovo cognome: Volge al termine anche il secondo capitolo della storia di Lila e Lenù raccontata da Elena Ferrante nei libri e ripresa con la serie tv di Rai Uno.
Iniziata nel  2018, L’ Amica geniale, è diventata subito la serie evento: trama coinvolgente, cast esemplare e ambientazione che ha conquistato  e fatto battere il cuore al mondo intero.
Da febbraio 2020  con L’Amica geniale 2 sono arrivati su Rai Uno i nuovi episodi, dove ritroviamo con piacere Margherita Mazzucco e Gaia Girace, le due attrici scelte da Saverio Costanzo, per rendere giustizia alle due inseparabili amiche di cui la Ferrante narra nei suoi libri. Lila e Lenù, due bambine, amiche che crescono insieme nonostante tutto, l’ambiente, la miseria, le famiglie, le decisioni sbagliate, le difficoltà, le distanze. Due personaggi interpretati in maniera magistrale per tenacia, coraggio, ma anche intensa spontaneità.

Dove rivedere le puntate intere de L’amica geniale 2?

Le puntate intere della prima e della seconda stagione de L’amica geniale sono disponibili sulla piattaforma di streaming della Rai. Basterà registrarsi gratuitamente a RaiPlay e andare nella sezione dedicata alle serie TV per trovare tutti gli episodi di questa fortunatissima fiction Rai. Intanto ecco una breve trama di ogni episodio della seconda stagione.

L’amica geniale 2 – storia del nuovo cognome

Abbiamo visto concludersi la prima stagione con Lila pronta ad iniziare una nuova vita da moglie.
Elena, uscita ormai dal guscio è pronta con la sua voglia di farcela ad andare nel mondo e nell’amore.
Storia del nuovo cognome  riparte da qui, da un matrimonio che sbaraglia alle due amiche  le porte ad una nuova vita , che le avrebbe viste perdersi e riavvicinarsi nei mille andirivieni del destino, con come unica costante il loro rapporto di sorellanza.
Lila sempre bella e decisa, ma rinchiusa in un ruolo ancor prima che cognome, in cui non si sente libera, né si riconosce, fatto di violenza, abusi e silenzi. Elena, che scopre l’Amore per  Nino Sarratore e deve contenderlo con la sua migliore amica, mentre conclude il Liceo e va  a Pisa per continuare gli studi e finalmente crescere e sbocciare.
A fare da cornice a questo emozionante quadro ancora una volta Napoli e il Rione dove le due bambine sono cresciute tra sorellanza e mille difficoltà.
Il valore più grande oltre l’amicizia tra Lila e Lenù, è dato in effetti dall’ambientazione resa non solo attraverso i luoghi ricchi di scorci e dettagli, ma anche dal linguaggio, dai gesti, alcuni dei quali talmente antichi e radicati da essere stati quasi dimenticati.

L’amica geniale 2, prima puntata: “Il nuovo cognome”  e “Il corpo”

Il nuovo cognome si apre così: il viaggio di nozze, due novelli sposi in auto verso la costiera, le liti, la violenza, lo stupro e Lenù che tra le lacrime tiene stretta la mano di Lila.
Questa è la nuova vita di Lila: il denaro, i vestiti, la bella casa hanno un prezzo da pagare fatto di occhi neri, soprusi e violenza. Ma lei a tutto questo non ci sta. E grida vendetta .
Intanto Elena, vive un periodo di profonda crisi in cui sente e vede vuoto intorno a sé. Le restano solo i libri, lo studio e la relazione con Antonio il quale più che amore, al suo cuore sembra regalare compagnia e voglia di rivalsa verso un mondo che va avanti a dispetto suo che si sente sempre indietro.
Ne Il corpo tutto sembra andare in frantumi: Elena chiedendo aiuto ai Solara affinchè impediscano che Antonio parta per fare il militare scatena in quest’ultimo una forte rabbia e un senso di grande umiliazione , Lila e Stefano sono travolti da un vortice di odio e liti continue in cui lui vorrebbe una moglie accondiscendente e chiusa nel focolare familiare, mentre lei ha voglia di rivalsa e vendetta, ma prima ancora di libertà e Amore.

L’amica geniale 2: “Scancellare” e  “Il bacio”

Scancellare è esattamente ciò accade quando Lila incinta di poche settimane abortisce e con un colpo di spugna riprende la sua quotidianità lavorando nella salumeria Caracci. Nel frattempo Stefano porta avanti e non senza liti i suoi affari con la famiglia Solara.
Il bacio, si apre con il matrimonio riparatore di Rino  e Pinuccia che date le circostanze organizzano la cerimonia in maniera frettolosa. Elena e Lila intanto attraverso varie vicissitudini si rendono conto che appartengono ormai a due mondi diversi, ma nonostante ciò decidono di passare le vacanze estive insieme. Elena accompagna Lila e Pinuccia a Ischia dove incontrano Nino Sarratore e Bruno e accompagnati dal sole e dal mare vivono assieme giorni felici, liberi e spensierati, ma un’ombra non tarda a d oscurare la loro armonia.

L’amica geniale 2:  “Il Tradimento” e “La Rabbia”

 Il tradimento è l’esatta anticipazione di ciò che accade: Abbiamo lasciato Lila lo scorso episodio scambiarsi un bacio con Nino Sarratore e Pinuccia legarsi sempre più a Bruno. Adesso le ritroviamo entrambe travolte dagli eventi: Pinuccia impaurita da ciò che sente ritorna a Napoli con Rino, intanto Lila decide nonostante Lenù, di lasciarsi andare alle emozioni  per Sarratore.  Finalmente il suo cuore batte. Si è innamorata e adesso nulla conta più di questo. Neanche la sua più cara amica che in silenzio soffre e ingoia bocconi amari.

La rabbia che Elena prova per la sua vita e per l’Amica. La abbiamo lasciata ad Ischia in una notte d’estate in cui tra tristezza e rassegnazione si lascia andare alle braccia e al corpo del padre di Nino. Mai pentita decide di lasciarsi quanto accaduto alle spalle e rientrata al rione inizia a sentire la mancanza della cara amica. La va a trovare  al negozio di scarpe in cui nel frattempo ha iniziato a lavorare e scopre che in realtà la relazione tra Lila e Nino non si è mai conclusa.

Ultima puntata L’amica geniale 2:  “Il ritorno” e “La fata blu”

Il ritorno e La fata blu delineano ormai le nuove vite delle due protagoniste, cresciute, adulte, segnate dagli eventi e dalle scelte che hanno fatto. Lila suo malgrado, dopo aver scoperto di aspettare un figlio da Sarratore e aver lasciato casa, ritorna dal marito chiudendo definitivamente la relazione con il suo amante.  Si chiude nel suo ruolo di madre dedicandovisi a tempo pieno e affidando, nel tempo, i suoi pensieri angosciosi di donna infelice e rassegnata  a pagine di diari.
Lenù invece ha scelto di lasciare il Rione, ha afferrato il coraggio a due mani e finalmente  vive una vita felice  a Pisa studiando alla Normale, una prestigiosa Università della città. Qui diventa spigliata, sveglia e sboccia. Per le vacanze di Pasqua rientra a Napoli e al suo cambiamento si contrappone una Lila altrettanto divera, la quale le consegna i suoi diari. È attraverso quei diari, che Lenù non avrebbe dovuto leggere, che invece capisce tante cose e chiarisce dentro di sé le scelte fatte dalla sua amica. Rientrando a Pisa, decide di scrivere il suo primo romanzo dove lascia andare tutti i suoi ricordi legati a Napoli, al Rione e alla sua fanciullezza.

Si conclude così, per adesso, la storia delle due amiche quasi sorelle. Forse non come si pensava o invece proprio come ci si aspettava. Sono due facce della stessa medaglia: la vita. Una storia contemporanea, speciale e sincera, quasi reale, che spiattella in faccia quanto sia dura, per le ragazze diventare donne, a quali e quanti compromessi scegliere di scendere oppure no con il mondo e con se stesse. E poi l’Amore, la libertà, la Vita.

Grazie Elena Ferrante!

Resta aggiornato - Segui Newsly.it

Mostra tutto

Carmela Barbato

Laurea Magistrale in Design per l'innovazione presso l'Università degli studi della Campania "Luigi Vanvitelli"- Dipartimento Architettura e Design. Sono una Designer del Gioiello, fondatrice del Brand Khàrm design. Oltre il "progettare" ed il "realizzare", mi piace molto lo "scrivere" ed il "raccontare" di tutto ciò che riguarda l'Arte, la Moda, il Gioiello e paradossalmente di Benessere. Gli oggetti che mi rappresentano e che caratterizzano le mie passioni sono un foglio, una matita, dei colori, una macchina fotografica. Mi diletto a scrivere su un blog fondato da me.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close