Bohemian Rhapsody, Cast e data d’uscita del docu-film su Freddie Mercury

Biopic Freddie Mercury 2018

Scelto finalmente il cast ufficiale del film “Bohemian Rhapsody” sulla vita di Freddie Mercury, frontman dei Queen ed icona senza tempo del rock mondiale. Confermato il regista già annunciato dai rumors – Bryian Singer – e l’attore principale Rami Malek, sono stati scelti anche gli attori che impersoneranno gli altri tre Queen: si tratta di Joe Mazzello (“Jurassic Park”) nel ruolo del bassista John Deacon, Ben Hardy (“X-Men: Apocalypse”) nel ruolo del batterista Roger Taylor, e di Gwilym Lee (“The Tourist”) che avrà il compito di interpretare Brian May.

E’ almeno una decade che si parla di questo tanto atteso docu-film sulla vita del genio indiscusso di Freddie Mercury, non sono mancate le tensioni e le polemiche negli anni, i dietrofront di attori e produzioni, interruzioni e ripartenze delle riprese. Non per ultimo il rifiuto dell’ex bassista dei Queen – John Deacon – che ha proclamato il suo “esilio volontario” da questo film tributo, dando soltanto l’approvazione al copione in cui compare anche il suo personaggio. Di ben altre vedute restano gli altri due Queen – Brian May e Roger Taylor – che invece saranno i direttori musicali del film. “Il film descrive Freddie in maniera molto realistica – ha detto May – e racconta bene i Queen, come la famiglia che  eravamo”. Lo stesso May ha annunciato su Rolling Stones “uscirà prima di quanto si possa immaginare. L’anno prossimo”.

Freddie Mercury, Anniversario Morte: 24 anni moriva il leader dei Queen

Una vita intensa quella del frontman della rock band che ha fatto la storia, Freddie Mercury pseudonimo di Farrokh Bulsara. Sfarzo, voglia di emergere e fare la differenza, questi gli ideali del nostro beniamino che descrive la scelta del nome della sua band: “È solamente un nome, ma è molto regale e suona sfarzoso. È un nome forte, molto universale e immediato. Aveva un sacco di potenziale visivo ed era aperto a ogni tipo di interpretazione. Ero certamente consapevole delle connotazioni gay, ma quella era soltanto una delle sue facce”.

Avanguardista dei diritti dei gay, estremo e geniale, mutevole nei look e forte nelle sue convinzioni, quasi quanto forti sono stati i suoi acuti, ma evidentemente non abbastanza quanto la sua malattia che lo ha portato via dai nostri palchi, ma mai dai nostri cuori. Dibattute e riprese, dicevamo, ma con una ufficialità: il film uscirà nelle sale nel periodo di Natale e sarà il miglior regalo natalizio per i fans.

Social Addicted. Sceneggiatrice su whatsapp. Esperta in drammi sentimentali, pizze, panini e piadine. Sempre in bilico fra le sue due passioni: la ricerca scientifica e il giornalismo. Penna cinica del web appassionata di musica, arte e viaggi.